AI e machine learning per rinnovare la gestione dei pagamenti dei prodotti assicurativi

Reale Group ha scelto di utilizzare la piattaforma Fabrick per rinnovare la gestione dei pagamenti dei suoi prodotti assicurativi, offrendo ai propri clienti nuove opzioni di pagamento online e tramite agenzia. Grazie all’intelligenza artificiale si possono automatizzare i processi contabili interni e ottimizzare il lavoro delle agenzie assicurative

Pubblicato il 06 Mar 2023

Reale Group Fabrick

Andare incontro alle esigenze dei propri clienti, fornendo un sistema di pagamento dei prodotti assicurativi all’avanguardia e ottimizzare i processi di business interni. Queste le esigenze che hanno spinto Reale Group ad adottare la piattaforma di gestione e incassi di pagamenti sviluppata da Fabrick.

Giuseppe Pollio, COO di Banca Reale – banca di Reale Group – e Giulio Rattone, CCO, CBO, Head of open banking di Fabrick, hanno accettato di raccontare come il gruppo sia riuscito a innovare il proprio business grazie alle nuove tecnologie.

Il caso di Reale Group

Reale Group Fabrick
Giuseppe Pollio

La collaborazione tra Reale Group e Fabrick nasce dall’esigenza della compagnia assicurativa di innovare e digitalizzare i propri processi a beneficio dei clienti, “La nostra strategia digitale punta a rendere semplice quello che è complesso e innovare quelli che sono i processi assicurativi per offrire ai nostri clienti servizi in linea con le loro esigenze” afferma Giuseppe Pollio di Banca Reale. “Essendo una banca di un gruppo assicurativo, la nostra mission è fornire soluzioni che siano coerenti con questa tipologia di offerta“, ed è nel processo di pagamento dei prodotti assicurativi che sono state identificate le innovazioni a maggiore valore aggiunto per il business.

Reale Mutua Fabrick
Giulio Rattone

Società tecnologica nata per promuovere lo sviluppo di progetti open banking e open payments, Fabrick nasce nel 2018 con l’obiettivo di “creare una piattaforma che fosse rivoluzionaria per il settore finanziario e la gestione dei pagamenti. In grado di fornire alle imprese, alle istituzioni finanziarie, alle banche, applicazioni Software-as-a-Service“, come spiega Giulio Rattone di Fabrick.

Il progetto di implementazione della soluzione ha permesso a Reale Group di raggiungere due importanti obiettivi: il primo, quello di andare incontro alle esigenze dei clienti che richiedono un servizio di pagamento innovativo e all’avanguardia. “La seconda necessità“, evidenzia Pollio, “era quella che arrivava dalle reti distributive, di semplificare processi a basso valore aggiunto, che sono quelli tipici della riconciliazione del pagamento. Con questo progetto pensiamo di aver raggiunto entrambi gli obiettivi“.

L’innovazione del processo di pagamento in Reale Group

Il pagamento è il punto di partenza per semplificare i processi di un settore fortemente tradizionale, a cui si aggiunge la complessità di una rete di vendita composta da agenzie distribuite sul territorio. “Il mondo assicurativo, tra le altre cose, ha anche un suo paradigma specifico“, afferma Pollio. “A differenza di altri mercati, dove il momento del pagamento rappresenta la fine del processo di business, nel settore assicurativo è uno dei passaggi iniziali a valle del quale si scatenano una serie di processi operativi successivi: copertura assicurativa, riconciliazione, contabilizzazione”.

La soluzione implementata permette a Reale Group di offrire nuove modalità di pagamento ai clienti, ottimizzando allo stesso tempo i processi successivi di riconciliazione del pagamento.

“Elemento chiave del prodotto implementato per Reale Group è l’integrazione con il sistema informatico del Gruppo“, afferma Rattone. “Le agenzie delle compagnie di assicurazioni sono entità separate e molto autonome, con la loro gestione e contabilità. Quando il cliente paga l’agenzia, il denaro viene incassato dall’agenzia stessa e poi inviato alla società di assicurazione.

Integrazione dei pagamenti tramite agenzia e online

La soluzione Fabrick ha permesso a Reale Group di semplificare e ottimizzare il pagamento in agenzia, tramite l’integrazione dei dati anagrafici del cliente e l’uso dei POS forniti da una società facente parte del gruppo Fabrick. “L’agente ha già nel sistema le lista delle polizze pronte. Seleziona quella relativa al cliente, il metodo di pagamento, e una volta effettuata la transazione si scatenano tutti i processi successivi“, spiega Rattone.

Il pagamento online è invece gestito attraverso un sistema pay-by-link, per cui al cliente viene inviato via mail un promemoria di pagamento allo scadere della polizza, che contiene all’interno i link per poter effettuare la transazione online, optando tra i diversi metodi di pagamento disponibili. Fra questi, alcuni di prossima implementazione come Satispay e Google pay, e una modalità di pagamento rateizzata attraverso un finanziamento di polizza.

Finanziamento di polizza

La digitalizzazione del processo di pagamento tramite finanziamento è una delle innovazioni più importanti apportate da Reale Group, che si avvale dei servizi della banca appartenente al Gruppo, Banca Reale, e delle opportunità offerte dalla piattaforma Fabrick.

Grazie all’integrazione con le anagrafiche di compagnia, il processo di on-bording e di scoring del cliente per l’erogazione del finanziamento è semplificato, e la maggior parte dei dati è già certificato“, afferma Pollio. L’utente può quindi accedere al finanziamento della polizza in maniera veloce, tramite i nuovi canali offerti, e pagare con esso i servizi assicurativi acquistati ed eventuali polizze future.

Nuovi progetti in cantiere

L’innovazione per Reale Group non si ferma qui, ma procederà, grazie alla collaborazione con Fabrick, con l’implementazione di ulteriori soluzioni digitali. Fra i progetti in cantiere, una piattaforma per l’erogazione di prestiti personali. “Un prodotto in linea con l’offerta assicurativa, che sfrutta, di fatto, i servizi informativi che abbiamo sviluppato per la parte di pagamento della polizza rateizzata” afferma Pollio, “Implementeremo un processo integrato per l’emissione del prestito personale che sarà disponibile sia in agenzia, che online”, con l’intento di estendere lo stesso servizio, in futuro, anche alle PMI.

Sfruttando le opportunità messe in campo dalla PSD2 e dalle tecnologie di open banking, Reale Group implementerà inoltre una modalità di saldo basata sull’inizializzazione di pagamento da parte del ricevente. “Con le possibilità offerte dai bonifici PIS (payment initialization service), il cliente esegue un pagamento online già pre-autorizzato dal richiedente come bonifico dalla sua banca, senza dover utilizzare la carta di credito“, ci spiega Rattone. Fabrick, in qualità di ente autorizzato all’inizializzazione di pagamento, è in grado di fornire tale servizio attraverso la sua piattaforma, permettendo agli utenti di effettuare pagamenti online veloci tramite bonifico bancario.

Se nell’universo consumer la carta di credito rimarrà lo standard ancora per i prossimi anni, secondo Rattone, “Nel mondo del B2B i pagamenti conto a conto sono interessanti perché permettono di evitare le commissioni dei circuiti delle carte di credito“.

Soluzioni Saas

L’offerta di soluzioni SaaS si è rivelata un modello vincente per entrambi gli attori coinvolti, rendendo possibile l’erogazione di nuovi servizi attraverso l’integrazione con i sistemi informativi di Reale Group. “Il modello di piattaforma ed esposizione di servizi tramite API massimizza il concetto di flessibilità”, afferma Rattone, “L’azienda che lo adotta può offrire i propri servizi ai clienti tramite API e, nello stesso tempo, consumare i servizi esposti per ottimizzare i propri processi interni”.

Grazie alle opportunità offerte dall’open banking, il modello di business di Fabrick permette alle aziende clienti di delegare l’erogazione di servizi innovativi, concentrandosi sul business e coltivando al meglio i rapporti commerciali con i propri clienti. “Quello che al giorno d’oggi distingue un’impresa nell’innovazione, è il time to market”, spiega Rattone, spostando di fatto per le aziende il focus degli investimenti in innovazione, dal costo, alla velocità di arrivo sul mercato.

L’integrazione di servizi informatici può rappresentare inoltre una spinta per le aziende verso una raccolta più consapevole e un uso più efficace dei dati, allo stesso modo per cui la digitalizzazione del processo di pagamento in agenzia ha permesso a Reale Group di centralizzare e utilizzare al meglio l’anagrafica dei clienti dell’assicurazione. “Con applicativi digitali come quelli di Fabrick, si può ottenere il vantaggio di raggiungere una data quality più rilevante. Le società saranno sempre più consapevoli che disporre di dati di qualità è un’opportunità per effettuare scelte di business più efficaci, più velocemente”.

Raccolta e analisi dei dati, due delle attività chiave portate avanti da Fabrick che, tramite tecniche avanzate di machine learning, esplora le opportunità offerte dall’open banking. “Collezioniamo una grande mole di dati di transazioni di pagamento, e tramite tecniche di ML non supervisionato e supervisionato, e motori di inferenza, siamo in grado di categorizzarle a partire da dati grezzi molto poveri. Da questa classificazione, attraverso sistemi di reti neurali, effettuiamo previsioni sui comportamenti di acquisto degli utenti”, afferma Rattone.

Un terreno comune, quello dell’open banking, su cui aziende, istituti finanziari e società produttrici di tecnologia come Fabrick, possono operare, aprendo la strada a nuovi servizi e opportunità, a beneficio delle aziende e dei loro clienti.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 3