Pagamenti digitali

Postepay Digital: come funziona la carta prepagata gratuita



Indirizzo copiato

La carta virtuale è per sua natura ideale nell’eCommerce, per effettuare acquisti online, e per l’utilizzo con portafogli digitali come Google Pay o Apple Pay. Ecco cosa la distingue dagli altri prodotti di Poste Italiane e quali vantaggi offre

Pubblicato il 14 feb 2024



Postepay Digital: come funziona la carta prepagata gratuita

PostePay Digital è una versione virtuale delle carte prepagate emesse da Poste Italiane, progettata per facilitare sia gli acquisti online che i pagamenti digitali con i digital wallet.

Ha conseguito il premio Prodotto dell’anno 2023 nella categoria “Servizi finanziari”, dopo averlo già vinto nel 2021, riconoscimento ricevuto in base al voto espresso da 12 mila consumatori.

Ecco cos’è, come funziona e in cosa si differenzia dalle carte fisiche.

Cos’è Postepay Digital e come funziona

Cos’è Postepay Digital e come funziona

Nata nell’ottobre 2020, in piena pandemia, quando è iniziato il decollo dei pagamenti digitali, Postepay Digital ha compiuto il suo debutto come versione completamente digitale della carta prepagata da richiedere, in maniera comoda e rapida, direttamente da smartphone o tablet mediante l’app Postepay.

Oggi si usa direttamente dal proprio smartphone e dispone di tutte le opzioni di una carta prepagata. Permette di effettuare pagamenti online, contactless e via QR code, mediante l’App PostePay. Consente il servizio P2p per il trasferimento di denaro da una carta Postepay all’altra in real time. Abilita l’acquisto dei biglietti dei mezzi di trasporto pubblico e anche il prelievo di denaro contante presso gli ATM Postamat, grazie al servizio di prelievo senza carta da App. Postepay Digital permette inoltre l’associazione di un codice IBAN per effettuare e ricevere bonifici, effettuare l’accredito dello stipendio, la domiciliazione delle utenze e la richiesta della versione fisica della carta.

Di recente PostePay ha lanciato un processo di acquisto online dedicato ai clienti possessori di SPID (con qualsiasi provider di Identità Digitale, non solo Poste Italiane). Questi ultimi possono infatti richiedere una carta Postepay Digital sul sito postepay.it e da App Postepay in maniera semplificata. Basta autenticarsi via identity provider SPID. I clienti possono dunque abilitare in pochi minuti Postepay Digital per iniziarne l’uso.

Postepay Digital: Cos'è e Come Funziona

Come funziona PostePay Digital

Per attivare una PostePay Digital, è necessario essere in possesso di un documento di identità in corso di validità, uno smartphone o un Pc con webcam e un conto BancoPosta o di una carta PostePay fisica e utilizzare l’app PostePay o il sito web di Poste Italiane. Seguendo le istruzioni, è possibile richiedere l’emissione della carta virtuale. Per chi possiede un’identità digitale SPID, la procedura è semplificata. La richiesta si effettua via app Postepay oppure online.

Una volta attivata, la carta è ricaricabile tramite bonifico, utilizzando altre carte di credito/debito o tramite ricarica presso uffici postali e tabaccherie convenzionate. Dopo aver richiesto la carta, si riceve la conferma di avvenuta attivazione, per iniziare subito ad usare la nuova carta prepagata Postepay Digital.

Con la PostePay Digital, è possibile fare acquisti online inserendo i dati della carta (numero della carta, data di scadenza, codice di sicurezza CVV o codice dinamico) nei siti eCommerce ed è possibile utilizzarla per servizi come abbonamenti a piattaforme streaming, acquisto di biglietti aerei, prenotazioni alberghiere eccetera.

Attraverso l’app PostePay, gli utenti possono monitorare le spese, controllare il saldo disponibile, visualizzare l’elenco delle transazioni effettuate e gestire le impostazioni di sicurezza della carta, come il blocco temporaneo o definitivo in caso di smarrimento o furto.

L’evoluzione dagli esordi

Fin dal debutto, Postepay Digital consente infatti di dividere le spese con gli amici grazie al P2p, oltre ad eseguire pagamenti online e ricariche e godere di tutti i servizi disponibili nell’app Postepay, come il pagamento dei traporti.

La versione digitale della carta prepagata permette inoltre di pagare inquadrando un codice QR nei negozi convenzionati e nella ristorazione o con Google Pay e Apple Pay per i possessori di smartphone e smartwatch Android abilitati o per i possessori di iPhone e Apple Watch.

Dal 2020 la versione digitale della carta ha abilitato l’upgrade richiedendo un Iban, per effettuare e ricevere bonifici, oltre ad accreditare lo stipendio o domiciliare le utenze. La funzionalità permette da allora di richiedere anche una carta fisica, per avere così la possibilità di effettuare prelievi di contante dagli sportelli Atm e di nei punti vendita convenzionati con il circuito Mastercard.

Postepay e Postepay digital: quali sono le differenze e come scegliere

A differenza delle tradizionali carte PostePay fisiche, la versione digitale esiste solo in forma elettronica e può essere utilizzata attraverso smartphone, tablet o PC per effettuare transazioni su internet in modo rapido e sicuro.

PostePay standard è una carta prepagata, emessa da Poste Italiane, che funziona come una normale carta di credito, senza conto corrente associato, utilizzabile per fare eCommerce e prelevare contanti dagli sportelli automatici, ed è ricaricabile negli uffici postali oppure online o via app Postepay. I costi di emissione della standard sono variabili, ma comprende un costo una tantum.

Postepay Evolution presenta invece funzionalità avanzate rispetto a quella standard e ha un Iban associato, permettendo così di ricevere bonifici (stipendio incluso) direttamente sulla carta. Pensata come versione ibrida fra prepagata e conto corrente, coniuga la comodità della carta (ricaricabile per esempio con la flessibilità del conto corrente.

Invece Postepay Digital si differenzia dalle altre carte Postepay perché, fondamentalmente, è una carta virtuale che la rende ideale nell’eCommerce e per l’utilizzo con portafogli digitali come Apple Pay o Google Pay.

Ricaricabile in vari modi, come le altre Postepay, presso gli ufficili postali, online e via app, il suo punto di forza è la cyber sicurezza avanzata. Non si limita al Pin, ma consente la verifica in due passaggi. Inoltre consente il blocco della carta direttamente dall’app.

Ottimizzata per gli acquisti online, scommette sulla protezione contro le frodi. Oltre ai normali sistemi di sicurezza delle carte prepagate, permette infatti di generare un codice CVV2 dinamico, che cambia automaticamente ad ogni utilizzo, riducendo il rischio di frodi online.

Quale Carta Postepay Scegliere: Standard, Evolution, Digital e..

Carta Postepay: con e senza IBAN

Senza IBAN, la carta Postepay Digital permette di eseguire acquisti contactless via smartphone in oltre 40 milioni di negozi a livello globale che accettano carte Mastercard con i servizio di Google Pay, Apple Pay e codice Postepay. Inoltre consente acquisti su tutti i siti internet che accettano carte Mastercard.

Permette di effettuare pagamenti dei servizi abilitati in tutti gli uffici postali, effettuando ricariche telefoniche e pagando bollettini. Consente di pagare sul sito postepay.it e poste.it e di impiegare i servizi di trasferimento fondi e p2p.

Via app, consente di effettuare pagamenti di parcheggi, titoli di viaggio o rifornimento di carburante e molto altro, oltre a gestire il saldo della carta e monitorare la lista movimenti sul sito postepay.it e dall’app Postepay.

Con l’IBAN si aggiungono funzionalità. Infatti è possibile effettuare l’accredito dello stipendio comunicando il codice IBAN della carta al datore di lavoro. Permette di accreditare la pensione sulla carta previa compilazione del modulo di richiesta di accredito pensione INPS presso ogni ufficio postale.

Permette inoltre la ricezione di bonifici (comunicando il proprio codice IBAN), la disposizione di bonifici verso i conti bancari e postali dal sito postepay.it e da app Postepay, oltre ad attivare mandati Sepa Direct Debit.

Come richiedere la carta fisica e quanto costa

La richiesta della versione fisica della carta avviene nella sezione “Le mie Carte” nell’app Postepay. Per chiedere l’evoluzione in carta fisica è necessario effettuare la richiesta, contestuale o precedente, della versione della carta dotata di IBAN.

La carta fisica Postepay Digital si attiva via app Postepay o mediante il sito postepay.it. Una volta completata la richiesta, si riceve la carta PostePay fisica per posta all’indirizzo indicato o potrai ritirarla direttamente in ufficio postale, a seconda delle opzioni disponibili al momento della richiesta. L’attivazione avviene online. La nuova Carta da attivare è visibile nella propria area personale del sito postepay.it, dove è possibile attivarla in pochi semplici passi. Per avere un account, occorre registrarsi.

Permette di effettuare prelievi contanti da tutti gli sportelli automatici ATM Postamat e uffici postali; prelievi di contanti da tutti gli sportelli bancari nel mondo con il logo Mastercard. Consente di controllare il saldo della carta e la lista movimenti anche da ATM Postamat e ngli uffici postali. Permette di effettuare pagamenti nei negozi fisici con la carta e la disposizione di bonifici verso tutti i conti bancari e postali da ufficio postale.

Richiedendo la carta con IBAN sono previsti i costi aggiuntivi di emissione carta con IBAN (5 euro) e un canone annuo carta con IBAN pari a 15 euro.

Pagamenti: come usare Postepay Digital

Prima di effettuare qualsiasi pagamento, si verifica che la PostePay Digital sia stata attivata correttamente e che ci sia un saldo sufficiente per coprire l’importo dell’acquisto. Si controllano il saldo e le transazioni tramite l’app PostePay o il sito web di Poste Italiane.

Si inseriscono i dettagli della carta, che includono il numero della carta, la data di scadenza, il codice di sicurezza (CVV) a 3 cifre o il CVV2 dinamico, che cambia ad ogni transazione per offrire maggiore sicurezza in funzione antifrode.

Dopo aver inserito i dati richiesti, si procede secondo le istruzioni del venditore per completare il pagamento. Potrebbe essere richiesto di confermare il pagamento tramite un codice OTP (One Time Password) che si riceve via SMS o tramite l’app PostePay, come ulteriore misura di sicurezza.

Una volta completato il pagamento, si riceve una conferma dell’operazione via email o SMS, a seconda delle impostazioni dell’account PostePay. È consigliabile controllare anche il saldo della tua carta tramite l’app PostePay o il sito web per assicurarsi che la transazione sia stata effettivamente registrata.

Postepay Digital e sicurezza

Come pagare in negozio e con Apple Pay e Google Pay

La PostePay Digital da sola, essendo una carta virtuale, non può essere utilizzata direttamente per pagamenti fisici in negozio senza l’uso di un servizio di pagamento mobile. Per pagare in negozio con una carta PostePay, di solito, c’è bisogno della carta fisica. Tuttavia, se la tua PostePay è compatibile ed è stata aggiunta ai servizi di pagamento mobile come Apple Pay o Google Pay, è possibile utilizzare il proprio smartphone per effettuare pagamenti contactless.

Si apre l’app Wallet sull’iPhone e si tocca il segno “+” nell’angolo in alto a destra, seguendo le istruzioni per aggiungere la propria carta PostePay.

La verifica della carta seguendo le istruzioni fornite da Poste Italiane potrebbe includere l’inserimento di un codice OTP ricevuto via SMS.

Per effettuare un pagamento, si avvicina l’iPhone al lettore di carte contactless tenendo premuto il dito su Touch ID o facendo doppio clic sul pulsante laterale e guardando l’iPhone per usare Face ID. Ci si assicura che il lettore mostri che il pagamento è stato effettuato.

Con Google Pay

Si apre l’app Google Pay sul proprio dispositivo Android e si tocca “Pagamento” nella parte inferiore, poi il pulsante “+”, seguendo le istruzioni per aggiungere la carta PostePay.

Per i pagamenti su POS fino a 50,00 euro è sufficiente avvicinare lo smartphone Android al POS Contactless con schermo acceso. Per le cifre superiori (o qualora richiesto) bisogna sbloccare lo smartphone nella modalità sicura, selezionata in precedenza, avvicinando lo smartphone al POS contactless.

Come per Apple Pay, si seguono le istruzioni di Poste Italiane per effettuare la verifica, a partire dall’inserimento di un codice OTP.

Per effettuare un pagamento, si sblocca il tuo dispositivo Android e avvicinalo al lettore di carte contactless. Non è necessario aprire l’app Google Pay, basta che lo schermo del telefono sia acceso e sbloccato. Si riceve una conferma sul dispositivo che garantisce che il pagamento è stato effettuato.

Come pagare online con Paga

Paga con Postepay è il metodo per effettuare pagamenti rapidi, facili e affidabili, ideato per chi paga con una carta Postepay. Infatti è sufficiente un click sul pulsante Paga con Postepay online o nei negozi aderenti al servizio e si autorizza l’operazione mediante l’app Postepay tramite il PosteID.

Come scambiare denaro con Postepay Digital e il servizio P2P

Per scambiare denaro, è sufficiente selezionare un contatto nell’app Postepay e inviare denaro verso un’altra carta Postepay in tempo reale. Il servizio P2P è gratis per invii fino a 25 euro al giorno.

Postepay Digital: come ricaricare, prelevare e consultare il saldo

La versione virtuale delle carte prepagate Postepay permette la ricarica in contanti presso uffici postali o presso i PuntoLis convenzionati. Chi possiede un’altra carta Postepay o un conto BancoPosta, può trasferire il denaro direttamente alla tua Postepay Digital utilizzando l’app Postepay o il sito web di Poste Italiane.

Se l’IBAN è associato alla carta, è possibile ricaricare la Postepay Digital anche tramite bonifico bancario.

Inoltre, per prelevare contanti da un ATM Postamat si utilizza l’app Postepay per generare un codice di prelievo, senza necessità di inserire fisicamente la carta. Il prelievo di contanti può avvenire anche presso gli uffici postali presentando un documento d’identità.

Dopo aver effettuato l’accesso, con l’app Postepay o accedendo al sito web di Poste Italiane e con ATM Postamat è possibile visualizzare il saldo attuale e tutti i movimenti effettuati con la carta.

Postepay Digital

Postepay Digital: come ricaricarla, metodi e costi

La ricarica della Postepay Digital può avvenire presso gli sportelli automatici ATM Postamat (con la Postepay o una carta di pagamento aderente al circuito Postamat e PagoBancomat; con le carte aderenti ai circuiti internazionali Visa, Visa Electron, Vpay, Mastercard e Maestro).

Tabaccherie e Punti LIS

Ma è possibile ricaricarla presso le tabaccherie autorizzate (Punti LIS convenzionati), nel punto vendita più vicino e mostrando un documento di identità valido (carta d’identità, passaporto, patente di guida) insieme con la tessera del codice fiscale, quella sanitaria regionale o la carta di identità elettronica. Senza questi documenti, non si può completare la procedura.

Da smartphone o tablet

Ma la ricarica può avvenire anche direttamente dallo smartphone o tablet. Con l’App Postepay e l’App Bancoposta è possibile ricaricare con altre carte Postepay, tramite una carta aderente al circuito Visa, Visa Electron, VPay e Mastercard o con il proprio conto BancoPosta o, ancora, sfruttando il servizio Postepay Open dell’App Postepay, mediante i conti di pagamento presso altri istituti bancari abilitati.

Dai siti, da casa, ufficio postale o con ricarica automatica

Accedendo all’area personale di poste.it o postepay.it, previa registrazione, si effettua l’operazione di ricarica. Da postepay.it, anche usando una carta Visa, Visa Electron, VPay e Mastercard.

Inoltre Poste italiane rende disponibile il servizio di ricarica automatica, in tre modalità: a tempo (settimanale, quindicinale o mensile, per esempio); a soglia, quando il saldo sulla carta da ricaricare cala al di sotto di un importo definito; via ricarica all’acquisto, quando il saldo disponibile non permette il completamento della transazione.

Da casa, è possibile chiamare il call center (numero verde 803.160) oppure accedere alla pagina dedicata, verificando se il servizio è disponibile nell’area e prenotando un appuntamento a domicilio nei giorni ed orari segnalati. Ma il servizio è disponibile a pagamento per chi possiede carte di debito Maestro, carte Postamat e Postepay.

In Ufficio Postale, infine, basta versare in contanti, usare un’altra carta prepagata Postepay o una carta di debito legata a un conto corrente BancoPosta.

Come prelevare Postepay Digital: modalità e limiti

Chi possiede la carta fisica può effettuare prelievi. Ma esistono commissioni per i prelievi: sono gratis da ATM Postamat, costano un euro dagli uffici postali abilitati; 2 euro da ATM bancario abilitato, in Italia e Paesi Eurozona; 5 euro da ATM bancario abilitato, Paesi xtra Eurozona più 1,10% dell’importo del prelievo dal primo luglio 2018.

Per il prelievo di contanti da un ATM Postamat è possibile usare l’app Postepay per generare un codice di prelievo, senza dover inserire fisicamente la carta. Il prelievo di contanti può avvenire anche presso gli uffici postali presentando un documento d’identità.

I limiti di prelievo per Postepay Digital possono variare in base a diversi fattori, come il tipo di carta Postepay posseduta, il profilo del cliente e le eventuali personalizzazioni applicate al conto. I limiti standard sono giornalieri o mensili. Sono specificati nel contratto della carta o nelle comunicazioni ufficiali di Poste Italiane.

Cashback: come riceverlo

Si riceve fino al 20% di sconto in cashback tramite il programma ScontiPoste nei negozi convenzionati.

Prodotti e servizi esclusivi con Postepay Digital

Cashback e programmi fedeltà, integrazione con altri servizi finanziari offerti da Poste Italiane (per esempio la possibilità di sottoscrivere prodotti di risparmio, assicurazioni o investimenti direttamente dall’app Postepay o tramite il sito web di Poste Italiane), l’accesso a offerte esclusive (su eventi, spettacoli, eCommerce, viaggi ed altro) sono esempi di prodotti e servizi esclusivi disponibili con Postepay Digital.

Quanto costa Postepay Digital

La carta Postepay Digital senza IBAN non ha alcun costo di emissione, mentre per le versioni con IBAN il costo sale da zero a 5 euro. Il canone annuo è invece pari a 15 euro nel caso in cui si richieda l’IBAN. Invece la richiesta della carta fisica non prevede alcun costo.

Articoli correlati

Articolo 1 di 4