Applicazioni mobili

Quali e quante sono le app di Poste Italiane e come funzionano

Pubblicato il 17 Lug 2023

Postepay Digital: come funziona la carta prepagata gratuita

Le app di Poste Italiane sono quattro: Postepay (Connect ed Evolution), BancoPosta, Ufficio Postale e PosteID. Poste, infatti, non è solo la società che si occupa di raccomandate (sempre meno nell’era della PEC), pacchi e spedizioni. Infatti da tempo racchiude una galassia di prodotti e servizi.

Si spazia dalle carte prepagate a quelli bancari, da quelli assicurativi a quelli di telefonia (mobile e fissa), passando dalla gestione dell’identità digitale SPID. Ecco le app di Poste Italiane per il mobile banking.

Quali e quante sono le app di Poste Italiane e come funzionano

Come utilizzare l’app Poste per semplificare transazioni bancarie

Grazie all’identità digitale PosteID, è possibile effettuare l’accesso al conto BantoPosta, ai servizi PostePay e anche ai servizi online della pubblica amministrazione (PA). Infatti PosteID abilita lo SPID, il servizio di identità digitale utile per gli strumenti Inps online o dell’Agenzia delle Entrate.

Forte di oltre 21,7 milioni di download e 10,7 milioni di eWallet attivi, l’app PostePay vanta le funzionalità necessarie per la gestione di carte prepagate (e telefonia).

Con l’app di Poste Italiane, è possibile monitorare il saldo e gli ultimi movimenti della carta abilitata in app. Ma anche visualizzare e recuperare il PIN della propria carta prepagata Postepay e della carta di debito: basta andare nella sezione Impostazioni carta gestione e personalizzazione dei limiti della carta Postepay (prepagata o di debito), oltre a gestire e limitare le aree geografiche d’uso e le tipologie di spesa.

L’App Poste permette inoltre di ricaricare le carte Postepay anche tramite carte di altri istituti bancari, di pagare i bollettini (anche via fotocamera dello smartphone), il bollo auto, l’autorizzazione dei pagamenti eCommerce via PosteID con riconoscimento biometrico o impronta digitale.

Consente i pagamenti contacless Google Pay attraverso smartphone o smartwatch Android abilitati o Apple Pay (tramite iPhone o Apple Watch).

Abilita anche i pagamenti con QR Code mediante codice Postepay nei negozi abilitati, oltre a spedire denaro all’estero in partnership con Western Union. Con l’opzione Inquadra codice QR, è invece possibile pagare bollettini e avvisi pagoPA. Inoltre la funzionalità permette l’abilitazione dei prodotti in app. Consente anche di prelevare il proprio denaro bypassando la carta. Altre opzioni possibili: prenotare appuntamenti e i ticket in ufficio postale.

Bonifico istantaneo a portata di click

Bonifico istantaneo a portata di click

Guarda questo video su YouTube

Pagamenti Peer-to-peer

L’app Poste semplifica le transazioni bancarie, consentendo di trasferire piccole somme di denaro tra due carte Postepay via servizio P2p usando i numeri nella rubrica telefonica dello smartphone.

Servizi di mobilità

Permette di richiedere ed attivare una carta Postepay Digital e di pagare servizi di mobilità: pagamento sosta, carburante e biglietti per il trasporto, sia urbano che extraurbano.

Postepay Connect

Postepay Connect offre infine una soluzione destinata all’integrazione delle caratteristiche della Carta Postepay Evolution con quelle della SIM PosteMobile. Il tutto attraverso un piano telefonico dedicato, permettendo al cliente di gestire Carta e SIM attraverso l’app Postepay.

Apertura del conto Banco Posta

Per aprire un conto corrente Banco Posta occorre recarsi in un ufficio postale ed effettuare la richiesta dell’apertura del conto, tramite un documento di riconoscimento e il codice fiscale.

Come un istituto di credito, Poste italiane offre servizi finanziari tradizionali, come soluzioni di risparmio o di investimento.

Una volta aperto il conto, tutti i servizi sono disponibili e si può in iniziare a impiegare la carta BancoPosta.

Da BancoPosta è possibile informarsi sui movimenti del proprio conto o il saldo, ma anche effettuare bonifici (anche istantanei), vaglia postali e disporre bollettini. Nella sezione BancoPosta online, per controllare le proprie operazioni e avere quindi sotto controllo i movimenti del conto, è possibile cliccare su Cerca tra le operazioni online.

App Poste: interfaccia intuitiva per tenere sotto controllo le finanze

L’app PostePay, in seguito a un importante restyling grafico, ha introdotto alcune funzionalità volte a migliorare l’esperienza d’uso.

La versione si caratterizza per un design completamente rinnovato che rende l’app più allineato agli standard attuali. A partire dalla procedura di configurazione della carta secondo gli ultimi standard di sicurezza.

Quali e quante sono le app di Poste Italiane e come funzionano

Le funzioni avanzate dell’app Poste per pianificare e monitorare le spese

Dalla scheda prodotti, l’app Poste permette di entrare nei dettagli della propria carta. Per esempio è possibile verificare il proprio massimale sui pagamenti. Oltre ad effettuare il controllo del saldo e l’andamento di tutte le spese (entrate ed uscite).

Invece, dalla sezione Paga si può ricaricare SIM PosteMobile od altri operatori, inviando denaro P2p o usando un codice QR sempre per effettuare pagamenti via smartphone.

Con il Salvadanaio è possibile creare obiettivi di risparmio, versando denaro in maniera semplice tramite i versamenti automatici.

Come effettuare pagamenti sicuri tramite le app di Poste italiane

Le app di Poste italiane assicurano gli standard di sicurezza. Permettono per esempio l’abilitazione dell’impronta digitale (biometria) per i pagamenti e l’attivazione dei pagamenti contactless da smartphone via carta PostePay abilitata.

Consigli e trucchi per ottimizzare l’esperienza banking mobile

Per ottimizzare l’esperienza di banking mobile, in generale, bisogna offrire processi stabili e veloci, per generare la fiducia. Il trust e la User Experience idxeale richiedono che ogni dettaglio metta gli utenti al centro.

Occorre evitare crash e blocchi dell’app (Freeze) oppure applicazioni molto lente o che vedono gli utenti sempre in attesa su processi core. L’utente infine prova fastidio se l’app consuma eccessivamente la batteria o i dati.

Vantano  crash rate al di sotto dello 0,02% e 4.5 stelle nello store le app con un processo disciplinato, fondato su dati oggettivi e costanti processi di quality assurance.

Altre 2 metriche critiche riguardano il tempo di caricamento dell‘app e il tempo di interazione dell’utente nei percorsi core dell’applicazione.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5