Wise (ex Transferwise): cos’è, come si fa a trasferire denaro con l’estero

Utilizzando estremi bancari dedicati si può ricevere denaro da Regno Unito, Stati Uniti, Australia, Ungheria, Nuova Zelanda e qualsiasi paese in Europa. Sul proprio conto è possibile detenere oltre 50 valute convertendo il denaro in pochi secondi a un tasso di cambio medio di mercato [...]
Alberto Stefani 

DPO & Cyber Security Analyst

Wise
  1. Home
  2. Payment Services
  3. Wise (ex Transferwise): cos’è, come si fa a trasferire denaro con l’estero

Il trasferimento di denaro all’estero è soggetto a tutte le normative in materia di antiriciclaggio e contrasto al finanziamento del terrorismo e in ossequio al Monitoraggio Fiscale di cui (a tal proposito si può vedere un estratto direttamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate). Wise (precedentemente Transferwise) nasce nel 2011 come un semplice servizio di trasferimento di denaro all’estero con metodi e dinamiche particolari.

Come funziona Wise

Fondata da Taavet Hinrikus (uno dei membri fondatori di Skype) e Kristo Käärmann (un esperto consulente di servizi finanziari), oggi Wise è una multinazionale con sede a Londra e uffici e filiali in tutto il mondo. Se dovessimo sintetizzare il focus di Wise potremmo riassumerlo semplicemente come quello di offrire un conto online dove è possibile inviare e ricevere denaro dall’estero oppure essere pagato in altre valute.

In realtà l’operatività non è così semplice e per mettere in atto il meccanismo inventato da Wise occorre soffermarsi su alcuni passaggi. Agli occhi dell’utente che desidera inviare denaro all’estero, sembrerà di utilizzare i metodi “classici” come un bonifico bancario. Occorrerà infatti, effettuare il pagamento con la valuta locale sul conto locale di Wise. A questo punto, il conto Wise nel paese estero a cui si desidera inviare denaro invierà valuta locale al destinatario. Sostanzialmente il denaro con cui si effettua il pagamento non attraversa mai i confini del paese dell’ordinante.

Ad esempio, pensiamo di inviare denaro dall’Italia a qualcuno negli Stati Uniti. Per fare ciò occorre accedere al proprio conto Wise collegandolo al proprio conto bancario presso qualsiasi banca italiana, inserendo poi le coordinate bancarie del destinatario negli Stati Uniti.

A questo punto, Wise trasferirà l’importo richiesto in euro sul proprio conto in Italia e conseguentemente Wise avviserà il suo account statunitense, che invierà l’importo concordato in dollari USA al destinatario.

L’azienda realizza i propri profitti attraverso commissioni sulle transazioni, che sono chiaramente calcolate in anticipo prima che vengano assunti eventuali impegni.

È possibile utilizzare il convertitore di Wise sulla loro home page per sapere, ancora prima di registrarsi, quanto saranno le spese e le commissioni da sostenere.

Wise

Cosa serve per aprire un conto online

Come appena visto, tutta la procedura per l’attivazione dell’account Wise e il relativo collegamento a un conto corrente avviene online. Per tale motivo è bene ricordare brevemente quali siano i passaggi da compiere per aprire un conto corrente totalmente online.

Nel rispetto delle regole in materia di Adeguata Verifica (previste dalla normativa legge antiriciclaggio), ricordando che al momento dell’apertura di un conto corrente online la banca non è in grado di verificare in presenza l’identità del richiedente, può essere richiesto qualche elemento in più, ma sostanzialmente sono necessari:

  • copia del documento di identità valido (carta di identità, patente o passaporto);
  • copia del codice fiscale o tessera sanitaria;
  • invio di un importo (anche minimo) da un altro IBAN intestato al nuovo correntista;
  • può essere richiesta anche copia di un documento attestante la residenza del nuovo correntista (es. estratto conto bancario, fattura di un’utenza domestica);

Con questi elementi sarà possibile aprire regolarmente un conto corrente totalmente online da agganciare successivamente al proprio account Wise.

Cosa serve per aprire un conto Wise

Analizziamo i passaggi per gestire un conto Wise, che sul proprio sito internet si definisce un “conto multi valuta a zero spese” e consente di effettuare le seguenti operazioni:

  • utilizzando estremi bancari dedicati si può ricevere denaro da Regno Unito, Stati Uniti, Australia, Ungheria, Nuova Zelanda e qualsiasi paese in Europa;
  • sul proprio conto Wise è possibile detenere oltre 50 valute convertendo il denaro in pochi secondi a un tasso di cambio medio di mercato (il valore intermedio fra il prezzo di acquisto e di vendita tra due valute, valore che le banche e i servizi di trasferimento di denaro utilizzano per le loro transazioni);

Contestualmente all’apertura del conto Wise sarà possibile ottenere una carta da usare in Italia e all’estero per fare acquisti senza commissioni nelle valute del proprio saldo e prelevare gratis fino a 200 euro al mese in tutto il mondo presso qualsiasi sportello ATM.

Per aprire un conto Wise, ove la procedura ovviamente avviene totalmente online, è necessario:

  • inserire i propri dati personali;
  • caricare la foto dei propri documenti e, a seguito di un controllo formale (di solito in poche ore), si riceverà un’e-mail di conferma;
  • a quel punto, confermando la propria identità il conto sarà attivato senza costi di gestione, canone o spese fisse.
17 novembre, milano
Spalanca le porte all’innovazione digitale! Partecipa a MADE IN DIGItaly

Sul proprio conto Wise è possibile detenere e convertire denaro in 56 valute differenti.

Video: Wise, come creare un account

Come ricevere denaro sul proprio conto Wise?

Ricevere denaro sul proprio conto Wise è esattamente come riceverne sul proprio conto bancario. È sufficiente condividere gli estremi della valuta in cui si desidera ricevere con il mittente, così che questi possa effettuare il bonifico.

Ad oggi con Wise è possibile ricevere denaro in dollari australiani, sterline inglesi, dollari canadesi, euro, fiorini ungheresi, ringgit malese (disponibili solo per residenti in Malesia), dollari neozelandesi, leu rumeni (disponibili solo per i residenti nel SEE, Svizzera, Regno Unito, Giappone, Australia, Canada e Stati Uniti), dollari di Singapore, lira turca e dollari statunitensi.

Per l’utilizzo di Wise è bene ricordare alcune regole imposte dalla particolarità dello strumento utilizzato come, ad esempio, il fatto che è possibile ricevere soltanto pagamenti effettuati nella stessa valuta del relativo conto in valuta.

Se si desidera, ad esempio essere pagati in sterline, occorre condividere gli estremi del conto in sterline con la persona che deve inviare denaro. Una volta arrivato l’ammontare, si potrà convertire il denaro istantaneamente in altre valute.

Non esistono commissioni per ricevere pagamenti sul conto, ad eccezione della ricezione di bonifici nazionali o SWIFT in dollari statunitensi, che avranno un costo di 4,14 dollari per transazione.

Quale ammontare si può trasferire con Wise?

Apprese le caratteristiche dei trasferimenti effettuati con Wise sicuramente è lecito porsi delle domande, magari sui limiti di tale strumento, per esempio all’ammontare massimo consentito.

È bene sapere che i limiti sono molto elevati, infatti è possibile inviare fino a 6 milioni di euro per ogni trasferimento.

Tenendo presente che se si desidera inviare più di 1,2 milioni di euro sarà necessario trasferire la somma dal proprio conto Wise. Per farlo occorrerà:

  • aprire un conto per la valuta di cui si desidera effettuare la conversione e uno per la valuta in cui si vuole convertire.
  • si dovrà aggiungere denaro al conto nella valuta da cui si vuole convertire.
  • una volta che il denaro sarà arrivato al proprio conto Wise si potrà convertire istantaneamente nella valuta scelta.

Una volta effettuata la conversione si potrà semplicemente prelevare il denaro dal proprio conto Wise e portare a termine l’operazione.

Wise

Fonte: Wise

La carta Wise: limiti e utilizzi

Con Wise è possibile ottenere anche una carta di debito su circuito Mastercard, utilizzabile in oltre duecento paesi per fare acquisti online o in negozio e per prelevare contanti ovunque.

In caso di acquisti su e-commerce esteri verrà applicato il tasso di cambio ufficiale in tempo reale e si pagherà sempre nella valuta locale.

Se si tratta di una valuta non presente sul proprio conto, la carta convertirà automaticamente la somma prelevandola dal saldo più conveniente.

Le commissioni variano in base a dove è stata emessa la carta: in Europa o nel Regno Unito sono previsti 2 prelievi gratuiti al mese — purché in totale siano ​​inferiori a 200 GBP/EUR.

Se si preleva un importo superiore, sarà addebitato l’1,75% sull’importo che supera la soglia di 200 GBP/EUR.

Dal terzo prelievo in poi effettuato nello stesso mese saranno addebitati 0,50 GBP/EUR per prelievo (commissione fissa).

Pagamenti online

La carta Wise può anche essere utilizzata nei pagamenti on line. Tale operatività è basata su protocolli di sicurezza 3D Secure (3DS), un livello di sicurezza aggiuntivo che molti siti web richiedono esplicitamente mettendo a disposizione dei consumatori un codice temporaneo per validare le transazioni online, aumentando così il livello di sicurezza degli acquisti e dei pagamenti effettuati su internet.

Come metodo di approvazione si utilizza la conferma attraverso la app Wise oppure un codice inviato via SMS

Prelievi denaro contante

Con la carta Wise è anche possibile prelevare denaro contante presso la maggior parte degli sportelli ATM utilizzando eventualmente il geo localizzatore di sportelli ATM attraverso l’apposita app di MasterCard o Visa.

Naturalmente, le carte Wise, avendo una diffusione così globale possono avere delle limitazioni in alcuni paesi dovute a regole nazionali o decisioni degli istituti di credito, ma sostanzialmente questo rimane uno strumento emblema della globalizzazione e dell’uso della tecnologia al servizio dei consumatori.

Wise

Fonte: Wise

Metodi per trasferire il denaro

Quando si ha la necessità di inviare denaro all’estero, solitamente i costi per effettuare tali operazioni sono differenti in base alla metodologia utilizzata:

  • bonifico SEPA (area euro) si aggira tra gli 8 e 20 euro, a seconda del Paese verso cui viene indirizzato. Le spese delle operazioni sono a carico dell’ordinante.
  • Bonifici indirizzati verso paesi dell’area extraeuropea prevedono commissioni elevate sia a carico dell’ordinante che del destinatario o beneficiario del bonifico stesso, mentre i tempi vanno da due o tre giorni lavorativi fino a un massimo di sette giorni, a seconda che il pagamento venga effettuato in valuta estera o in euro.
  • La soluzione proposta da Poste Italiane per inviare denaro all’estero in maniera economica e veloce è MoneyGram.
  • PayPal è una delle società di trasferimento di denaro tramite internet più consolidate nel tempo. Fondata nel 1999, infatti, è presente in Italia già dal 2005 e consente di inviare denaro all’estero in 24 valute diverse a costi abbastanza contenuti.
  • Esistono poi società di trasferimento di denaro online, oltre a Wise: Azimo, Western Union o la già citata MoneyGram, con cui si può scegliere se inviare denaro tramite agenzia (Poste Italiane), oppure in completa autonomia utilizzando sito web o app.

Una eterogeneità di soluzioni, quindi, caratterizzate da differenti costi di transazione e tempi di esecuzione soprattutto nei confronti di paesi marginalmente inseriti all’interno dei grandi scambi e circuiti internazionali.

WEBINAR
DIGITAL360 Semestrale 2022: scopri tutte le novità
Acquisti/Procurement
Amministrazione/Finanza/Controllo

 

FacebookTwitterLinkedIn