Move and Pay e XME Commerce: le soluzioni di Nexi per i clienti Intesa Sanpaolo

  1. Home
  2. Payment Innovation
  3. Move and Pay e XME Commerce: le soluzioni di Nexi per i clienti Intesa Sanpaolo

Cosa sono Move and Pay e XME Commerce

 

 Move and Pay e XME Commerce

“Move and Pay” e “XME Commerce” sono due app per ricevere pagamenti in mobilità riservate ai clienti Intesa Sanpaolo.

Le due app, sviluppate da Nexi, possono essere collegate a un mobile POS e sono associate al circuito Bancomat Pay®.

In particolare, il servizio “Bancomat Pay® – Move and Pay Business” è nato nel febbraio 2019 da “Jiffy Move and Pay Business”, la cui prima versione della app risale al 2013. “Bancomat Pay® – Move and Pay Business” è composto da due moduli: con mobile POS o solo Bancomat Pay®. Entrambi i moduli sono attivabili tramite app, scaricata gratuitamente da Google Play o Apple Store da oltre 100mila utenti.

XME Commerce” è stata invece rilasciata nel settembre 2019: richiede l’associazione (pairing) a un mobile POS e le stesse credenziali personali o business di accesso, “My Key”, alla app “Intesa Sanpaolo Mobile”. “XME Commerce” affianca alle sezioni di login, pagamento, incasso e reportistica, la possibilità di gestire più profili, riservati ai collaboratori dell’attività.

Entrambe le app sono state aggiornate lo scorso ottobre. Sono compatibili con sistemi operativi Android 5 e successivi e iOS 10 e successivi e richiedono dispositivi dotati di scansione QRCode e connessione Bluetooth, oltre che connessione dati. Consentono di incassare pagamenti con carte Moneta, Visa, V-Pay, Mastercard, Maestro, PagoBancomat, Diners, JCB e American Express, oltre che con Apple Pay, Samsung Pay, Google Pay e ovviamente Bancomat Pay®.

Come funzionano “Move and Pay” e “XME Commerce”

Sia “Move and Pay” che “XME Commerce” consentono di utilizzare il proprio smartphone o tablet per incassare pagamenti in tempo reale, con controllo immediato dei movimenti di cassa. La maggior parte delle recensioni degli utenti sugli store non sono positive sul funzionamento tecnico delle applicazioni.

Per usufruire del servizio, occorre aprire un conto Intesa Sanpaolo in filiale, firmare il contratto My Key (per i servizi digitali) e il contratto per il servizio di accettazione pagamenti tramite carte o altri servizi, richiedere (nel caso di “XME Commerce”) un dispositivo POS Mobile.

I due modelli in dotazione con XME Commerce sono Ingenico Link 2500 e Ingenico ICMP.

WHITEPAPER
Come è cambiato in Italia il quadro normativo dei pagamenti digitali verso la PA?

 Move and Pay e XME Commerce
Una volta scaricata l’app, nel caso di “Move and Pay” è necessario premere il pulsante “Attivazione Bancomat Pay® e inserire le credenziali di login ricevute via mail.

 Move and Pay e XME Commerce

Immagine da www.carisap.it, confluita in Intesa Sanpaolo.

Nel caso di XME Commerce, occorre abilitare la geolocalizzazioneinserire il codice utente e il PIN di accesso al sistema My Key: le stesse credenziali del proprio profilo Intesa Sanpaolo.

Immagine tratta dal Manuale d’Uso XME Commerce, Intesa Sanpaolo – Nexi

Una volta terminata la registrazione del proprio profilo, è necessario associare il POS mobile ricevuto, il cosiddetto pairing. La procedura di configurazione si espleta dalla app, selezionando lo specifico modello di POS in dotazione e seguendo le istruzioni. Una volta acceso il POS con il tasto verde, i due dispositivi verranno associati via Bluetooth: occorre controllare quindi che la connessione sia attiva in entrambi i dispositivi. Occorre avviare la ricerca del POS digitando in sequenza il tasto F, il tasto 1, inserendo la password e confermando con il tasto verde fino ad associare i due dispositivi e personalizzare il nome del POS.

Immagine tratta dalla Guida di Associazione e Disaccoppiamento POS, Intesa Sanpaolo – Nexi

Una volta configurato, il POS è pronto a ricevere pagamenti in mobilità.

  • Pagamenti con carta, PayGo, Apple Pay, Google Pay, Samsung Pay: si seleziona dalla app la modalità “Carte”, si inserisce l’importo, si conferma con “Incassa” e si chiede al cliente di avvicinare la carta al POS. Il pagamento verrà effettuato in modalità contactless con conferma dell’avvenuta transazione e possibilità di inviare la ricevuta.
  • Pagamenti con Bancomat Pay®: si seleziona dalla app la modalità corrispondente, si inserisce l’importo, si conferma con “Incassa” e si chiede al cliente di scansionare il QRCode generato. Anche in questo caso, si attende la conferma dell’avvenuta transazione con l’invio della ricevuta digitale.
  • Pagamenti in contanti: si seleziona dalla app la modalità corrispondente, si inserisce l’importo, si conferma l’importo della transazione, si attende la conferma dell’avvenuta transazione con l’invio della ricevuta digitale.

Nel caso di “Move and Pay Business” il pagamento con Bancomat Pay® può avvenire sia con QRCode statico che dinamico. Nel primo caso, occorre cliccare all’interno della app sulla rotellina “Impostazioni” che dà accesso all’area Movimenti dove è visualizzato il QRCode statico, da mostrare al cliente. Dopo la scansione, sarà il cliente a digitare l’importo e attendere la conferma dell’esercente, che riceverà conferma dell’avvenuto pagamento. Nel secondo caso, dalla homepage di Bancomat Pay® basta scorrere con il dito da destra verso sinistra per digitare l’importo, cliccare su “Paga” e generare il QRCode, che verrà mostrato al cliente per la scansione e il pagamento.

Immagine tratta dalla Guida al Servizio Intesa SanPaolo

Con “Move and Pay Business” è possibile anche ricevere transazioni tramite ultrasuoni: dopo avere impostato il volume multimedia dello smartphone al massimo, dalla app occorre digitare l’importo del pagamento, cliccare su “Paga” e seguire le istruzioni nella schermata di pagamento ad ultrasuoni, quindi avvicinare lo smartphone a quello del cliente. Se la richiesta di transazione sarà confermata, l’esercente riceverà notifica dell’avvenuto pagamento.

Quali sono i costi e le commissioni?

Immagine tratta dal Manuale d’Uso XME Commerce, Intesa Sanpaolo – Nexi

Il servizio XME Commerce a regime ha un canone mensile di 1 euro e commissioni per limiti di importo: 0,20% per operazioni fino a 15 euro; 0,70% da 15,01 a 50 euro; 1% dai 50 euro in su. Per ogni rimborso, è prevista una commissione di 0,50 euro. È in promozione fino al 31 dicembre, con canone e rimborsi gratuiti e commissioni gratis fino a 15 euro, dello 0,50% fino a 50 euro, dello 0,70% sopra i 50 euro. Altre spese sono l’estratto conto cartaceo (1,90 euro) e il duplicato (1 euro).

Il servizio “Bancomat Pay® – Move and Pay Business” ha un canone mensile di 15 euro più IVA. Al mese va sommato anche 1,90 euro per l’invio dell’estratto conto cartaceo. Le commissioni per le transazioni variano a seconda del circuito: dall’ 1,8% per il PagoBancomat fino al 3,5% per alcune carte di pagamento.

WEBINAR 26 GENNAIO
Tech Company e Quotazioni AIM: tutti i segreti per crescere in Borsa
Amministrazione/Finanza/Controllo
Finanza/Assicurazioni

 

FacebookTwitterLinkedIn