Partnership

Marqeta e Scalapay: insieme nell’emissione di carte



Indirizzo copiato

La piattaforma per l’emissione di carte di pagamento annuncia un accordo quinquennale con l’unicorno che domina nel BNPL in Sud Europa. Per migliorare l’esperienza di pagamento di commercianti e consumatori

Pubblicato il 1 feb 2024



L'accordo fra Marqeta e Scalapay

L’accordo fra Marqeta e Scalapay punta a utilizzare la piattaforma del primo per l’emissione di carte sia per acquisti online che fisici.

Ecco gli obiettivi del primo unicorno del fintech italiano che nel Sud Europa domina nell’ambito del Buy Now Pay Later (BNPL) e di recente ha lanciato l’opzione paga in 4 rate.

Accordo fra Marqeta e Scalapay

In virtù di un contratto esclusivo quinquennale, Marqeta si occuperà dell’emissione di carte virtuali per tutte le transazioni online effettuate dai clienti Scalapay e fornirà carte per gli acquisti in negozio.

L’obiettivo è quello di rendere così più agevole l’esperienza di pagamento sia per i commercianti che per i consumatori.

La versatilità della piattaforma Marqeta arricchisce ulteriormente l’esperienza d’acquisto proposta dal primo unicorno fintech italiano.

Grazie alla funzione Just-in-Time Funding messa a punto da Marqeta, una volta che un cliente Scalapay ottiene l’approvazione per il suo prestito e finalizza un acquisto, viene generata e finanziata in tempo reale una carta virtuale per l’importo esatto del prestito.

Questa carta può essere utilizzata immediatamente per pagamenti sia online che in negozio tramite un portafoglio digitale o attraverso casse o POS standard, aumentando di conseguenza il numero di partner presso i quali i clienti possono finanziare i loro acquisti.

“Siamo costantemente alla ricerca di nuovi modi per sfruttare le moderne tecnologie di pagamento con l’obiettivo di creare un’esperienza fluida per i nostri clienti. L’acume tecnico e la piattaforma scalabile di Marqeta sono per noi elementi fondamentali per supportare i nostri brand partner a creare esperienze di acquisto migliori per i loro clienti”, ha commentato Simone Mancini, CEO di Scalapay.

Il BNPL guadagna terreno

Il BNPL sta riscuotendo un crescente interesse a livello mondiale e in Italia. Come riportato dall’Osservatorio Innovative Payments della School of Management del Politecnico di Milano presentato a marzo quest’anno, il BNPL è uno dei servizi legati ai pagamenti che sta suscitando maggior curiosità tra i consumatori.

La sua espansione ha segnato il 2021 e si è riconfermata anche nel 2022 con le transazioni BNPL che hanno toccato quota 2,3 miliardi di euro (+253% rispetto all’anno precedente), contribuendo in modo rilevante all’aumento complessivo dei pagamenti digitali.

Con oltre 5.000 negozi e 7.000 punti vendita fisici, i prodotti “paga in 3 o 4 rate” di Scalapay raggiungono più di 5 milioni di utenti in tutta Europa. I commercianti Scalapay hanno registrato un incremento del 48% del valore medio degli ordini, un aumento della conversione dei carrelli e una diminuzione dei tassi di abbandono. Inoltre, Marqeta contribuirà a velocizzare l’onboarding dei commercianti riducendo le difficoltà nel punto vendita e creando un’esperienza più rapida e fluida per i loro clienti finali.

Abbiamo visto che la domanda di pagamenti flessibili da parte dei clienti continua a crescere” è naturale il supporto a “Scalapay nella creazione di esperienze di acquisto più fluide per i loro utenti e nell’aiutare i loro merchant ad aumentarne l’adozione, ha concluso Jeff Parker, SVP e Managing Director, International di Marqeta. Con l’aumentare delle aziende che adottano nuove opzioni di checkout, siamo ben posizionati per continuare la nostra crescita in Europa e lavorare a stretto contatto con i nostri clienti per fornire servizi di pagamento innovativi e di alta qualità.

Articoli correlati

Articolo 1 di 5