Al via i pagamenti NFC da smartphone per i clienti CartaSi - Pagamenti Digitali
FacebookTwitterLinkedIn

Al via i pagamenti NFC da smartphone per i clienti CartaSi

redazione

CartaSi ha lanciato la prima soluzione NFC per smartphone in Italia basata su funzionalità HCE (Host Card Emulation) e tecnologia Visa Cloud Based Payments, che permette di virtualizzare all’interno dello smartphone le carte di pagamento, indipendentemente dall’operatore telefonico. Il servizio sarà integrato in MySi, il digital wallet di CartaSi già disponibile da fine 2014 e potrà essere usato da tutti i titolari di una CartaSi Visa dotati di smartphone con la più recente versione del sistema operativo  Android.

Una volta attivato il servizio sul proprio telefonino, sarà possibile effettuare pagamenti con cellulare, anche in assenza di connessione dati, presso tutti gli esercizi commerciali dotati di un POS contactless a oggi 220mila in Italia e 1,8 milioni in Europa, e in rapida crescita in tutti i settori merceologici.

Ricordiamo che la peculiarità di HCE è che i dati della carta di pagamento sono custoditi in “cloud” e non sono mai visibili sullo smartphone, all’interno del quale vengono usati solo dati virtuali e dinamici.

Da quando Google ha annunciato il supporto all’HCE con Android KitKat 4.4, circa un anno fa, si sono rincorsi annunci di piloti e sperimentazioni di servizi basati su questa nuova tecnologia. Dal Canada alla Norvegia, passando per Usa, Ucraina Russia e la Spagna, particolarmente attiva con diverse banche che si sono già mobilitate in questa direzione.

CartaSì fa sapere che il servizio verrà progressivamente esteso a tutti i clienti che, oltre alla soluzione basata su HCE, nel wallet MySi avranno a disposizione soluzioni di pagamento per l’e-commerce e tramite QR Code.

Inoltre, la nuova tecnologia, integrata all’interno del wallet MySi, permetterà in futuro a CartaSi di virtualizzare sullo smartphone, oltre alle carte di pagamento, anche tutti i servizi a valore aggiunto digitalizzabili, come coupon, ticket, carte fedeltà, badge: in questo modo il portafoglio entrerà davvero nel telefonino. 

«L’innovazione è l’elemento determinante per lo sviluppo dei pagamenti elettronici in Italia, necessario a rendere il nostro un Paese davvero moderno, allineato alle principali nazioni europee – ha dichiarato  Laura Cioli, AD di CartaSi -. La funzionalità HCE di Android, che insieme a Visa siamo i primi a usare in Italia, ci consente di mettere in mano di milioni di Italiani un altro strumento di pagamento più efficiente, più  comodo e più sicuro del contante. E’ un ulteriore passo – concretamente utile – nel processo di innovazione su cui continuiamo a investire”.

Davide Steffanini, Direttore Generale Visa Europe in Italia, ha commentato: “La soluzione proposta da CartaSi avrà un grande impatto sull’ecosistema dei pagamenti in mobilità italiani, considerando che nel nostro paese il numero di smartphone in circolazione è aumentato esponenzialmente negli ultimi anni, superando il numero dei tradizionali cellulari. L’Italia è certamente un mercato interessato e interessante, che accoglierà con favore la soluzione basata sul cloud, estremamente semplice nella fruizione. In Visa accogliamo e promuoviamo qualsiasi nuovo standard di pagamento, che permetta un’implementazione semplice verso un ampio numero di utenti finali e che offra un’esperienza di pagamento sicura e veloce.”

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn