Le migliori carte prepagate con IBAN gratis ottobre 2020

Una carta con IBAN, fisica o virtuale, consente quindi di eseguire operazioni bancarie come ricevere accrediti, inviare o ricevere bonifici, pagare bollettini ma senza avere le spese di gestione di un conto corrente. Ricaricabile tramite bonifico o versamento di contanti, una carta con IBAN può essere contactless, quindi usabile per i pagamenti senza digitare codici PIN [...]
Josephine Condemi

giornalista

  1. Home
  2. Carte
  3. Le migliori carte prepagate con IBAN gratis ottobre 2020

C’era una volta la prepagata “classica”. La carta che, a differenza delle carte di debito o credito, consentiva di spendere solo i fondi già caricati sulla carta stessa tramite ricarica, senza attingere denaro extra dal proprio conto corrente. Oggi, una carta conto o carta con IBAN, ovvero la prepagata dotata di codice IBAN, consente di usufruire dei vantaggi di una ricaricabile e dei servizi di base di un conto corrente. Ma come?

Perché scegliere una carta con IBAN

L’IBAN, l’International Bank Account Number, è un codice alfanumerico, quindi composto da lettere e numeri, di 27 caratteri. L’IBAN identifica il conto corrente, la banca, il paese di riferimento: è il codice necessario per individuare un’utenza bancaria. Una carta con IBAN, fisica o virtuale, consente quindi di eseguire operazioni bancarie come ricevere accrediti, inviare o ricevere bonifici, pagare bollettini ma senza avere le spese di gestione di un conto corrente. Ricaricabile tramite bonifico o versamento di contanti, una carta con IBAN può essere contactless, quindi usabile per i pagamenti senza digitare codici PIN. Non consente di versare o possedere assegni, non è cointestabile ma ha un plafond più elevato delle prepagate “standard” quindi un limite più alto di spesa. È uno strumento flessibile, senza onerosi costi fissi di gestione, pensato per i possessori di piccole-medie liquidità.

Cosa prendere in considerazione prima di attivare una carta con IBAN online

Prima di scegliere la carta con IBAN più adatta alle proprie esigenze, oltre al risparmio, occorre fare particolare attenzione alla sicurezza e alla funzionalità della carta stessa.

È consigliabile controllare il circuito di pagamento a cui la carta è associata: circuiti affidabili come Mastercard, Visa, Maestro permettono alla prepagata con IBAN di essere accettata ovunque.

Altri aspetti importanti sono: l’affidabilità dell’organismo che emette la carta; le garanzie in caso di frode o furto; le condizioni di utilizzo all’estero; il sistema di tracciabilità delle spese, attraverso le notifiche dei movimenti via sms o mail; il sistema di gestione “da remoto”, via app o pc.

Le 5 migliori carte con IBAN gratis di ottobre 2020

Le carte con IBAN che seguono sono gratis nel vero senso della parola: non prevedono né costo di attivazione, né canone annuo, né quota di emissione carta. Un parametro che riduce di molto la scelta nel vasto panorama dell’offerta: per rispettarlo, sono state incluse, oltre le prepagate, anche carte conto o di debito che richiedono l’attivazione di un conto corrente online (a zero spese di attivazione e gestione).

MARTA CARD FRONT Hype Start

Hype Start è la carta prepagata con IBAN di Banca Sella. Non prevede né costo di attivazione, né canone annuo, né quota di emissione. Circuito MasterCard, contiene al suo interno fino a 5 altre carte ricaricabili. Compatibile con Apple Pay e Google Pay, contactless, è abilitata al MasterCard 3D SecureCode, che la rende accettata per tutti i pagamenti online.

Consente di scambiare denaro in tempo reale tramite mail o numero di telefono. Garantisce: rimborso su acquisti non autorizzati (grazie all’adesione al programma Mastercard “Protetti sempre e ovunque”); la gestione e il monitoraggio via app per Android, iPhone e Windows Phone; l’operazione TAP, ovvero il passaggio allo stato di “Inattività” e l’eventuale ripristino in qualsiasi momento e senza produrre documentazione a supporto.

Ha un limite di deposito di 2.500 euro e non può essere ricaricata per più di 2.500 euro annui, ha un tetto di 250 euro per i prelievi agli sportelli ATM UE e extra UE, non consente transazioni superiori a 999,00 euro. Non ammette addebiti diretti per pagare abbonamenti o accreditare lo stipendio. Ricaricabile tramite bonifico, con altra carta via app (costo 90 centesimi), in contanti tramite tabaccherie o supermercati (costo 2,50 euro) o in una filiale Banca Sella (gratis).

Per attivare la carta, occorre registrarsi online sul sito www.hype.it e attivare l’omonimo conto, Hype Start. La procedura, che richiede pochi minuti, comporta la compilazione di un form con i dati anagrafici personali: nome, cognome, codice fiscale, numero di cellulare, indirizzo mail, indirizzo di residenza e domicilio. Dopo la compilazione del form, verrà fornito il numero di carta e occorrerà scegliere tra la carta virtuale, salvata solo su smartphone, o la carta fisica gratuita. Seguirà la verifica dell’identità attraverso un selfie con in mano un documento di identità leggibile. Si riceverà quindi una conferma del completamento della procedura o un messaggio con l’errore commesso. Nel caso di interruzioni impreviste, una mail consentirà di riprendere il processo senza ricominciare daccapo.

WHITEPAPER
Come è cambiato in Italia il quadro normativo dei pagamenti digitali verso la PA?

 

Bitsa prepagata, Bitnovo lancia la migliore carta VISA | Blog di BitnovoBitsa

Bitsa è una carta prepagata con IBAN che non necessita di conto corrente. Distribuita dalla Bitsa Sarl, società con sede nel Principato di Monaco, è emessa da una società spagnola, la Pecunia Cards EDE. Circuito Visa, contactless, accettata ovunque, non ha costi di attivazione, né di rilascio, né canoni annuali. La sua particolarità è che può essere richiesta da chiunque, poiché il rilascio non prevede titolarità di conto corrente né indagini di solvibilità.

Consente di ricevere e inviare bonifici (commissione 1%), trasferire denaro ad altri utenti Bitsa tramite contatto rubrica, ritirare contanti e fare acquisti in tutto il mondo. Garantisce un monitoraggio delle spese tramite app. Supporta i pagamenti in valuta diversa dall’euro (commissione dell’1,15% in zona euro, 1,50% fuori UE) e può essere ricaricata in contanti, bonifici, carte di pagamento, voucher di ricarica, criptovalute.

Il piano base consente di caricare sulla carta fino a 2.500 euro l’anno, con non più di 500 euro in un giorno e 1.000 euro in un mese. Si può prelevare solo una volta al giorno fino a 350 euro, 2.500 in un mese. Grazie all’associazione dei codici unici delle diverse carte Bitsa, per il trasferimento di denaro viene utilizzato un solo conto IBAN per tanti utenti: quindi ad ogni carta non è associato un codice IBAN personale e ciò non consente di domiciliare i pagamenti.

Per attivare la carta, occorre scaricare l’app BITSA, compatibile con Android versione 4.4 e successive e iPhone versione 11 e successive. Una volta scaricata, si procede alla registrazione del numero di telefono, dell’indirizzo mail e della password necessaria a fare il login. Creato l’account, con le credenziali registrate si procede alla richiesta della carta tramite il menu nella home (“Richiedi carta”) o cliccando sul simbolo del carrello. La carta virtuale è gratuita. Seguirà la fase di verifica con il caricamento del documento di identità e l’inserimento del codice ricevuto via mail. Per rendere la carta attiva, basterà inserire le ultime 4 cifre della carta e il codice identificativo.

Tinaba

Tinaba, acronimo di “This Is Not A BAnk”, è la carta prepagata Nexi con IBAN di Banca Profilo, società quotata in Borsa dal 1999. Non prevede costi di attivazione, né canone annuo né costi di emissione. Circuito MasterCard, la carta Tinaba fa parte di un sistema che prevede un conto corrente virtuale e un’app, anch’essi gratuiti.

Tramite l’app, Tinaba consente di gestire pagamenti, fare investimenti, raccogliere fondi, oltre che inviare e ricevere bonifici, fare acquisti online, creare conti in condivisione, disporre trasferimenti ricorrenti, creare obiettivi di risparmio. È una carta Nexi, accettata ovunque, che garantisce il controllo delle spese, la ricarica tramite contanti, bonifico o carte di pagamento, 30 anni di esperienza nella prevenzione frodi, blocco in caso di furto o smarrimento.

Compatibile con Google Pay, Apple Pay, Samsung Pay, FitBit Pay e Garmin, la carta Tinaba consente di pagare anche tramite QrCode. Ha un limite di deposito di 12.500 euro, di prelievo giornaliero in contanti tra i 25 e i 250 euro. Il prelievo da ATM in Europa ha una commissione di 2 euro, che diventano 4 fuori dall’UE.

Per ottenere la carta Tinaba occorre registrarsi sul sito www.tinaba.bancaprofilo.it. La procedura di registrazione dura dai 5 ai 10 minuti, attraverso l’inserimento dei dati personali, l’autocertificazione, il riconoscimento tramite documento di identità e codice fiscale, la firma. A conto attivato, la cartUna carta con IBAN, fisica o virtuale, consente di eseguire operazioni bancarie come ricevere accrediti, inviare o ricevere bonifici, pagare bollettini ma senza avere le spese di gestione di un conto corrente. Ricaricabile tramite bonifico o versamento di contanti, una carta con IBAN può essere contactless, quindi usabile per i pagamenti senza digitare codici PIN. a verrà emessa e spedita automaticamente all’indirizzo comunicato.

N26 Standard

N26 è la carta di debito con IBAN rilasciata dall’omonima banca online, attiva dal 2015 in Germania. Circuito MasterCard, accettata ovunque, non prevede costi di attivazione, né canone annuo né costi di emissione. È associata all’apertura del conto corrente gratuito, 100% mobile.

La carta N26 consente di effettuare transazioni online gratuite, pagamenti gratis dall’estero in qualsiasi valuta, prelievi in euro gratuiti e illimitati, con una commissione del 1,7% in valuta estera. Tutela depositi fino a 100.000 euro, garantisce sistema di sicurezza MasterCard 3D Secure, monitoraggio delle spese con sms di notifica e categorizzazione delle transazioni. Contactless, è compatibile con Google Pay e Apple Pay. Consente di prelevare fino a 2500 euro al giorno e di spendere fino a 5000 euro al giorno.

Per attivare la carta, occorre registrarsi sul sito www.n26.com e aprire l’omonimo conto. La procedura impegna circa 8 minuti. Il primo passo è confermare il proprio paese di residenza, la lingua madre e la propria mail. Quindi, occorre scaricare l’app e verificare la propria identità con un documento valido e leggibile. Una volta completata la registrazione, occorre selezionare la tipologia di conto desiderata: la carta di debito verrà spedita all’indirizzo comunicato.

 Revolut

Revolut è la carta prepagata con IBAN rilasciata da Revolut Ltd, società fintech con sede nel Regno Unito che nel 2018 ha raggiunto lo status di unicorno: ovvero, è stata valutata più di un miliardo di dollari, per l’omonimo sistema di digital banking di ultima generazione che offre servizi finanziari a partire da un’app per cellulare.

Circuito MasterCard, accettata ovunque, la carta Revolut non prevede costi di attivazione, né canone annuo né costi di emissione in modalità virtuale. È previsto invece un costo di consegna se si sceglie la carta fisica. La carta Revolut è associata all’apertura del conto corrente online gratuito, 100% mobile. Garantisce le funzioni di blocco e sblocco carta in tempo reale e un sistema antifrode che mantiene le transazioni fraudolente sotto lo 0,01%. Supporta i wallet Apple Pay e Google Pay.

Attraverso l’app, è possibile visualizzare a colpo d’occhio lo stato delle proprie finanze, inviare un bonifico transfrontaliero al mese gratuitamente, inviare e ricevere denaro in 30 valute fiat fino a 1000 euro al mese senza commissioni nascoste, fare spese in 140 valute nel circuito Mastercard al tasso di cambio interbancario. L’invio di denaro può inoltre avvenire come pagamento P2P ed è possibile generare dati di conto locali in più valute per risparmiare sui costi. Lato acquisti, è possibile fare spese in oltre 150 valute al tasso di cambio interbancario. La commissione del 2% è prevista per transazioni superiori a 500 sterline o prelievi superiori a 200 euro mensili. In caso di conversione di valuta, se il cambio viene richiesto in chiusura mercato, nei weekend o festivi, viene applicata una maggiorazione sul tasso tra lo 0,5% e il 2%.

La carta converte nella valuta di pagamento al tasso di cambio interbancario e seleziona la valuta (o la criptovaluta) da usare in ogni specifico pagamento, andando per esclusione in base alla disponibilità nel portafoglio della app.

Per attivare una carta Revolut, è necessario scaricare l’omonima app, disponibile per Apple Watch, iPhone e iPad con sistema operativo iOS 9 e superiori e per smartphone Android con sistema operativo 4.4. e superiori. Dopo l’installazione, occorre inserire il proprio numero di cellulare, scegliere un codice di accesso e inserire il codice di verifica ricevuto via sms, quindi i dati anagrafici di registrazione e un indirizzo email. La mail di benvenuto segna l’apertura del conto virtuale gratuito in euro. Prima dell’attivazione, è necessario accedere alla sezione “More>Profile>Personal Details”, compilare il form per la verifica dell’identità, farsi un selfie e inviare una fotografia di un documento di identità valido almeno per i successivi tre mesi. Ultimo passo è la ricarica, dalla sezione “Account”, di almeno 10 euro, tramite carta di credito, operazione bancaria o Google Pay nella valuta del paese di residenza dichiarato. Una volta attivato l’account, viene attivata in automatico anche la carta prepagata virtuale. Si ricarica tramite bonifico bancario SEPA sull’IBAN ricevuto al momento dell’attivazione; da un’altra carta di pagamento tramite la app, nella sezione “Aggiungi fondi”; tramite accredito dello stipendio (bonifico SEPA del datore di lavoro); tramite Google Pay. Non ci sono costi di ricarica né limiti sugli importi per questa carta con Iban.

WHITEPAPER
Come cambia il Retail tra ecommerce, piccoli rivenditori e la spinta al cashless
Acquisti/Procurement
Fashion

 

FacebookTwitterLinkedIn