CartaSi e Trenitalia viaggiano sullo stesso binario in nome dell'innovazione - Pagamenti Digitali

CartaSi e Trenitalia viaggiano sullo stesso binario in nome dell’innovazione

E’ uso dire “anno nuovo, vita nuova…” ma in questo caso, anche di nuove opportunità che arrivano da un accordo stipulato tra CartaSi e Trenitalia che ha annunciato che nel 2015 metterà in circolazione un’unica carta multifunzione che sarà un titolo di trasporto, una carta fedeltà e una carta di pagamento. L’obiettivo è quello di perseguire nel tempo una completa digitalizzazione dei pagamenti per quanto riguarda il settore dei trasporti.

Lo scopo della nuova carta è quello di integrare le funzionalità di pagamento gestite da CartaSi sia nelle CartaFreccia, le carte fedeltà dei clienti Trenitalia, sia nelle carte regionali dei trasporti per consentire ai cittadini di usufruire, attraverso una sola carta, di tre funzioni.

«Semplificare la vita dei cittadini, rendere l’Italia un Paese più moderno, diffondere strumenti di pagamento più comodi, più economici, più sicuri del contante: questi sono tre obiettivi che CartaSi, anche tramite questo accordo, vuole raggiungere – ha detto Laura Cioli, Amministratore Delegato di CartaSi -. Le nuove carte multifunzione sono un prodotto innovativo che testimonia concretamente il nostro sforzo nella digitalizzazione del Paese: siamo lieti di emetterle per il mondo dei trasporti il cui sviluppo è fondamentale per la modernizzazione del Paese».

Con il nuovo anno, ai primi 400.000 titolari CartaFreccia verrà sostituita progressivamente con carte co-branded che uniranno le funzionalità di trasporto e pagamento alle funzionalità loyalty; per quanto riguarda, invece, il trasporto pubblico locale, il progetto partirà inizialmente dalla Regione Piemonte, per poi estendersi in altre parti d’Italia, dove si potranno acquistare abbonamenti e biglietti emessi da operatori diversi da Trenitalia.

Le nuove carte co-branded si potranno richiedere online e saranno tutte dotate di chip e funzionalità contactless; inizialmente saranno prepagate con una soglia di spesa di 2.500 euro all’anno, soglia che si potrà poi alzare in un secondo tempo con un upgrade del prodotto.

«Con questa partnership – ha aggiunto Vincenzo Soprano, Amministratore Delegato di Trenitalia – vogliamo offrire ai nostri clienti una nuova opportunità per trasformare e arricchire il concetto stesso di viaggio. Questa iniziativa è perfettamente coerente con tutte le caratteristiche della nostra proposta commerciale focalizzata sulle esigenze del cliente, guidata dall’innovazione e orientata alla sostenibilità. L’iniziativa rappresenta anche un ulteriore esempio di come la collaborazione tra aziende italiane generi esperienze di successo e consenta di rafforzare reciprocamente la propria presenza sul mercato».

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi