ANALISI

Retail: il 18% dei retailer adotta i pagamenti innovativi



Indirizzo copiato

Il peso degli investimenti in digitale sul fatturato dei retailer è aumentato. Gli innovative payment permettono di semplificare la fase di pagamento. Ecco i dati dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail

Pubblicato il 21 feb 2024



Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail: focus sui pagamenti innovativi

Dall’indagine dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail, emerge che i pagamenti innovativi crescono in store. Ecco i dati del report.

Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail: focus sui pagamenti innovativi

Il peso degli investimenti in digitale sul fatturato dei retailer è salito, passando dal 2,5% del fatturato nel 2022 al 3,1% nel 2023.

Il negozio rimane nel ruolo di protagonista delle strategie innovative nel Retail, ma i negozianti s’impegnano per snellire e rendere autonoma l’esperienza del cliente.

I sistemi di digital signage (adottati e/o rafforzati nel 2023 dal 44% dei top retailer) permettono di catalizzare l’interesse del cliente da quando entra nello store, offrendo comunicazioni relative a prodotti e promozioni e orientando i consumatori nel percorso interno.

I chioschi digitali (35%) aiutano inoltre ad esplorare l’allestimento e ad approfondire la familiarità coi prodotti.

Le soluzioni di self scanning (24%) permettono infine di rendere autonomo il cliente nella scelta dei prodotti e, insieme ai sistemi di self check-out (21%) e di pagamenti innovativi (18%), consentono lo snellimento della fase di pagamento.

“Lo store, dunque, prosegue nel percorso di integrazione con i canali digitali con un duplice scopo: abilitare un’esperienza utente fluida e senza frizioni e ottimizzare le attività nel back-end”, commenta Valentina Pontiggia, Direttrice dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail.

Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail

La dinamica delle soluzioni omnicanale

Nel 2023 il valore delle vendite al dettaglio di prodotto totali (online più offline), in Italia, ha messo a segno un incremento del +4% rispetto al 2022. L’eCommerce cresce, ma con tassi meno sostenuti rispetto alla pandemia. Nel 2023 lo shopping online in Italia, nella sola componente di prodotto, si attesta in valore a quota 35 miliardi di euro (+8%) rispetto all’anno precedente.

Assistiamo invece alla rinascita del negozio. Il peso dell’online sul Retail è stabile all’11% rispetto al 2022.

I retailer proseguono, inoltre, nel percorso di integrazione online-offline, scommettendo sull’implementazione di soluzioni (in store e nel back-end) in grado di abilitare e/o rafforzare i modelli di vendita omnicanale.

Il negozio è protagonista dei progetti di innovazione, per automatizzare le operatività del punto vendita, combinando soluzioni di Artificial Intelligence e di Internet of Things (IoT) per proporre una shopping experience facile e autonoma e di supportare i processi operativi interni del retailer.

I retailer sono infatti interessati agli ambiti applicativi dell’Intelligenza Artificiale Generativa, ai nuovi modelli di business “platform-based”, ai marketplace, all’erogazione di nuovi servizi e il Retail Media, oltre a iniziative di sostenibilità ambientale e sociale. L’obiettivo è quello di migliorare sia la customer
experience che la employee experience
, “amplificando la percezione del tempo che il cliente trascorre in negozio”, perché il negozio ha superato il significato originario di spazio orientato alla transazione ed è sempre più inserito nel contesto urbano come luogo esperienziale, grazie a una componente di servizio più tipica del mondo dell’intrattenimento” conclude Emilio Bellini, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail.

Articoli correlati

Articolo 1 di 4