Collaborazioni

Intesa Sanpaolo: adesione al Competence Center CIM 4.0

L’accordo, di portata nazionale, prevede l’attuazione tramite il supporto dell’Innovation Center del gruppo. Obiettivo: rafforzare servizi ed iniziative, dedicati alle Pmi, volti a creare reti interconnesse tra territori e distretti industriali nei processi di transizione digitale e green 4.0

Pubblicato il 02 Giu 2023

Intesa Sanpaolo insignita del premio CIO+ Global Excellence

Intesa Sanpaolo ha siglato un accordo di collaborazione a Torino. L’obiettivo è l’adesione, in qualità di partner, al Competence Center CIM 4.0.

L’intesa, di portata nazionale, prevede l’attuazione tramite il supporto dell’Innovation Center del gruppo.

Competence Center CIM 4.0: l’adesione di Intesa Sanpaolo

Il Competence Center Nazionale CIM4.0 ha sede a Torino. Nell’arco del primo triennio di attività, ha offerto un valido supporto al processo di trasferimento tecnologico delle aziende italiane. Ha ascoltato le loro necessità, mettendo loro a disposizione le più avanzate tecnologie 4.0.

Per fare ciò, il Competence Center Nazionale CIM4.0 ha sfruttato due linee pilota: una focalizzata sull’additive manufacturing, l’altra specializzata sui processi di digital factory.

Obiettivo della collaborazione è rafforzare i servizi ed iniziative, dedicati alle Pmi, volti a mettere in connessione distretti industriali e territori, lungo i processi di transizione digitale e green 4.0.

Grazie al modello di connessioni a rete del Competence Center, Intesa Sanpaolo offrirà competenze tecniche e finanziarie per accedere a meccanismi di finanziamento. L’Innovation Center Intesa Sanpaolo sosterrà il match tra startup e imprese mature. Favorirà infine l’uso della piattaforma Incent now, frutto della partnership con Deloitte.

Intesa Sanpaolo ha stanziato risorse per 410 miliardi, di cui 270 a supporto delle imprese. Ha già accompagnato circa 7.000 imprese clienti nell’aggiudicarsi i bandi PNRR.

Quella con “Intesa Sanpaolo come partner del nostro Competence Center”, commenta Enrico Pisino, CEO del CIM4.0 , è “una collaborazione che metterà a disposizione delle imprese italiane servizi e strumenti fondamentali per accelerare i processi di trasformazione digitale e green, favorendo al tempo stesso lo sviluppo di reti interconnesse tra aziende e territori, centrali per sostenere e finanziare le attività di innovazione delle PMI. Una sinergia che favorirà la digitalizzazione delle imprese, tra processi e buone pratiche a trazione 4.0 e lo sviluppo sostenibile”.

Programmi di riqualificazione

Il Competence Center Nazionale CIM4.0 promuove upskilling e reskilling in versione 4.0. Queste attività sono destinate a imprenditori, tecnici e professionisti in fase di ricollocamento, per offrire loro formazione su misura mediante il Learning Hub e percorsi di alta formazione manageriale.

Finora ha offerto preparazione ad oltre 70 Industry 4.0 Innovation Leader. Grazie alla CIM4.0 Academy hanno ottenuto un diploma certificato dalla Scuola Master e Formazione Permanente del Politecnico di Torino.

Infine, ha finanziato, tramite la pubblicazione di bandi pubblici, progetti innovativi per un importo opra ai 3 milioni di euro. Il CIM4.0 rappresenta dunque un punto di riferimento nazionale nella trasformazione digitale delle imprese, soprattutto PMI.

Attualmente il Competence Center, specializzato nell’additive  manufacturing e nella digital factory, punta a supportare la realizzazione di reti interconnesse tra distretti industriali e territori.

Il gruppo bancario tra i soggetti partner dei Poli europei di innovazione digitale (EDIH)

Intesa Sanpaolo rappresenta l’unico partner bancario selezionato per l’Italia dalla Commissione europea per i Poli europei di innovazione digitale (EDIH).

Vanta il compito di sostenere la trasformazione digitale di imprese e pubblica amministrazione, rendendo l’Europa indipendente dai sistemi e dalle soluzioni dei Paesi non membri.

L’obiettivo è raggiungere la sovranità tecnologica digitale europea. In queste vesti, Intesa Sanpaolo partecipa per esempio all’EDIH Expand, coordinato dal Competence Center Nazionale CIM4.0. Si concentra sull’intelligenza artificiale (AI) e la cybersecurity per la manifattura in Piemonte e Valle d’Aosta.

“Il nostro contributo al Competence Center CIM 4.0 non sarà solo finanziario, bensì mirato a supportare le imprese nei percorsi di crescita e nell’accesso ai programmi europei di ricerca ed innovazione, come già avviene con gli European digital innovation hub Expand ed Artes 5.0, di cui siamo l’unico soggetto finanziario italiano partner, e attraverso i quali ci siamo già aggiudicati due importanti bandi”, spiega Stefano Cappellari, Direttore regionale Piemonte Nord, Valle d’Aosta e Sardegna Intesa Sanpaolo.

“Il primo focalizzato su intelligenza artificiale e cybersecurity per la manifattura in Piemonte e Valle d’Aosta; il secondo, specializzato a livello nazionale nei servizi di intelligenza artificiale e robotica, rivolto ai settori salute, manifattura sostenibile, economia della rigenerazione, industria creativa e culturale”, conclude Stefano Cappellari.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5