Telecom Italia e Visa Europe insieme per il Mobile Payment - Pagamenti Digitali

Telecom Italia e Visa Europe insieme per il Mobile Payment

Dare impulso al Mobile Payment in Italia e contribuire così a ridurre l’utilizzo dei contanti per le transazioni commerciali. È questo l’intento dichiarato dell’accordo strategico siglato da Telecom Italia e Visa Europe, che renderà disponibili agli oltre 31 milioni di clienti TIM distribuiti su tutto il territorio nazionale i servizi di pagamento da smartphone.

In particolare, la nuova offerta di Mobile payment, nata sulla scorta dell’esperienza delle sperimentazioni avviate nel 2012 nell’area di Milano, consentirà ai clienti di effettuare transazioni contactless presso terminali POS abilitati in tutta Europa. TIM provvederà anche a installare terminali contactless nei propri punti vendita dislocati in Italia. Si potranno effettuare micropagamenti fino a 25 euro, per esempio per l’acquisto di biglietti di bus e metropolitana, del caffè al bar oppure di giornali, libri e riviste, avvicinando il proprio smartphone con tecnologia NFC (Near Field Communications) al terminale POS abilitato. Per le spese superiori a 25 Euro bisognerà digitare un codice direttamente sul telefonino.

«L’accordo segna un importante momento per lo sviluppo del Mobile Proximity Payment in Italia, soprattutto per l’ingresso ufficiale dei circuiti di pagamento nell’ecosistema annunciato lo scorso anno da Banche e Telco; è importante però che questo accordo si traduca nel breve periodo in un’offerta commerciale per la clientela», commenta Valeria Portale, responsabile della Ricerca dell’Osservatorio Mobile Payment & Commerce della School of Management del Politecnico di Milano.

Nella visione delle due aziende, le prospettive di sviluppo dei pagamenti contactless nel nostro Paese sono rosee: già oggi la maggior parte degli smartphone in vendita è abilitata all’NFC (escluso l’iPhone, lo ricordiamo) ed entro il 2014 in Italia ci saranno, secondo stime riportate da Telecom Italia, 14 milioni di cellulari NFC in circolazione: si prevede che oltre il 10% degli utenti farà un massiccio uso dei molteplici servizi che saranno disponibili grazie a questa tecnologia.

«La diffusione delle soluzioni NFC legate alla SIM sarà un grande motore d’innovazione sia per le aziende sia per i consumatori e darà uno slancio significativo al mercato del Mobile Payment – dichiara in un comunicato Marco Patuano, Amministratore Delegato di Telecom Italia – Telecom Italia ha sviluppato una specifica piattaforma tecnologica per garantire la sicurezza dei servizi di pagamento in mobilità che le banche abiliteranno ai possessori di carte di credito. In questo contesto la partnership con Visa rappresenta un passo fondamentale per accelerare la diffusione dei servizi di pagamento abilitati attraverso il telefonino, passo che cambierà le abitudini delle persone e consentirà di facilitare la vita di tutti i giorni dei nostri clienti».

 

La carta Visa sarà il servizio di punta del “mobile wallet” di TIM

TIM e Visa, inoltre, hanno annunciato il lancio di servizi a supporto sia di pagamenti P2P (“person to person”), vale a dire il trasferimento di denaro dal proprio smartphone ad altre persone, sia di pagamenti m-Commerce per effettuare acquisti su internet con il proprio telefonino.

Nel 2014 sarà disponibile la carta Visa brandizzata TIM, realizzata in partnership con Intesa Sanpaolo, su smartphone dotati di tecnologia NFC e sviluppata con gli stessi elevati standard di sicurezza che caratterizzano sia tutti i pagamenti Visa contactless, sia l’infrastruttura e le SIM di TIM. L’offerta di pagamenti contactless con carta Visa sarà il servizio di punta del mobile wallet”, ossia un portafoglio digitale aperto che TIM commercializzerà per ospitare servizi di importanti partner come istituzioni finanziarie, esercenti, aziende di trasporto e di pubblici servizi.

«L’Italia è pronta per questo tipo di servizio – ha commentato Davide Steffanini, Direttore Generale Italia di Visa Europe -. Oltre a essere il mercato numero uno per Visa in Europa per i prodotti prepagati, il nostro Paese è sempre stato molto sollecito ad adottare le più moderne tecnologie nella telefonia mobile. Visa comprende la necessità di stabilire uno standard di interoperabilità globale, che vede coinvolti gli operatori di telefonia mobile, i produttori di telefonini, i circuiti di pagamento elettronico e gli istituti finanziari che emettono le carte Visa. Operare con i leader di questi settori di riferimento, comeTelecom Italia, è cruciale per rendere tutto ciò realtà».

 

E in Francia arriva Orange Cash

E’ molto interessante il fatto che Visa Europe ha appena concluso un accordo molto simile con il corrispettivo di TIM in Francia, e cioè Orange, che è la divisione Mobile di France Telecom.

Orange e Visa Europe hanno infatti annunciato una partnership che porterà al lancio di Orange Cash, il primo servizio prepagato di questo tipo lanciato in Francia. Dopo l’ormai famoso Cityzi, che sta ottenendo risultati sorprendenti, una nuova soluzione si affaccerà quindi sul mercato d’oltralpe.

I clienti della telco Orange potranno caricare il proprio conto prepagato utilizzando una carta di debito, di credito o prepagata ed effettuare acquisti avvicinando il loro smartphone NFC ai POS contactless e senza inserire alcun PIN per pagamenti inferiori ai 20 €. Il servizio sarà attivo dai primi mesi del 2014, inizialmente solo nelle città di Strasburgo e Caen (non a caso due delle tre città in cui è operativo il servizio Cityzi), ma l’obiettivo è di estenderlo a tutta la nazione già nel secondo trimestre 2014. La diffusione di Orange Cash sarà resa più semplice dal numero di terminali contactless installati in Francia, raddoppiati in soli 6 mesi da marzo a settembre, dagli ormai oltre 5 milioni di smartphone NFC in circolazione e dalla fondamentale operazione di sostituzione delle tradizionali SIM con le nuove NFC, avviata da Orange già lo scorso anno per i suoi 27 milioni di clienti francesi.

“Con il lancio di Orange Cash, vogliamo accelerare l’adozione dei Mobile Payment in generale, oltre ovviamente a voler fornire una soluzione semplice e vantaggiosa ai nostri clienti. La partnership con Visa Europe aumenta ulteriormente la fiducia dei nostri utenti e garantisce l’accettazione di Orange Cash in un gran numero di punti di vendita sia in Francia che all’estero”, ha dichiarato in fase di presentazione Thierry Miglio, Vice President Mobile Payments e NFC di Orange.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Etiam pellentesque nec mauris ut consequat. In non purus diam. Integer convallis sed dui a feugiat. Nullam sagittis purus elit.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi