Analisi

Digital Fundraising: adottare una soluzione smart per la gestione dei pagamenti

Proporre una grande varietà di metodi di pagamento è sicuramente una mossa vincente all’interno di una campagna di raccolta fondi digitale. È importante rendere semplice e intuitivo il modulo di adesione, ottimizzando la user experience (UX); alcuni accorgimenti pratici possono far aumentare il tasso di conversione, con un conseguente aumento delle donazioni. Inoltre, è importante curare la sicurezza

Pubblicato il 30 Mar 2023

Michele Provolo

Digital Marketing Specialist di Gmg Net

Pagamenti digitali

Chi lavora nel mondo delle Onlus e del No Profit ha assistito negli ultimi anni a una rivoluzione di grande portata: la raccolta fondi (fundraising) è diventata digitale. È nato il digital fundraising.

La raccolta di fondi, finalizzata a sostenere una particolare causa o progetto, si è fusa con una dimensione digitale, fatta di infrastrutture web e canali online. Oggi, chi non salta sul treno della digitalizzazione rischia di perdere una grande occasione.

Sito web istituzionale, ecommerce, canali social, email marketing… tutti questi aspetti fanno parte del digital fundraising e devono funzionare perfettamente affinchè la raccolta fondi porti i frutti sperati.

In particolare, quando si avvia una campagna di raccolta fondi è importante concentrarsi su quattro aspetti principali:

  1. form di donazione;
  2. metodi di pagamento;
  3. tracciamento dei donatori e strategie di marketing;
  4. infrastruttura IT.

Un sistema complesso che poggi le fondamenta su questi quattro aspetti permette di realizzare campagne di successo.

Un’importante ottimizzazione di questo sistema è la gestione dei pagamenti sincronizzata con il CRM (Customer Relationship Management) dei donatori: per esempio, con una soluzione come quella sviluppata da Gmg Net, una Onlus o un’associazione No Profit può far crescere il numero delle donazioni anche del 30%.

Analizziamo i vari passaggi di questo sistema.

Digital fundraising: il form di donazione ottimizzato

In una campagna di digital fundraising, uno degli aspetti centrali è la pagina di donazione (landing page) che contiene il form di inserimento dei dati del donatore.

È importante rendere semplice e intuitivo il modulo di adesione, lavorando sull’ottimizzazione della user experience (UX).

Alcuni accorgimenti pratici possono far balzare in alto il tasso di conversione, con un conseguente aumento delle donazioni.

Perché, ad esempio, non dividere il processo di compilazione del form in più step consecutivi, in modo da renderlo meno complesso e laborioso?

Anche personalizzare i form sulla base della campagna promozionale in questione è una mossa strategica vincente. Richiedere pochi dati a chi non ha mai effettuato donazioni può incentivarlo a iniziare. Chi è già un donatore ricorrente, invece, è spesso più incline a lasciare qualche informazione in più in cambio di qualche beneficio o per sostenere cause che ha maggiormente a cuore.

Metodi di pagamento multipli

Proporre una grande varietà di metodi di pagamento è sicuramente una mossa vincente all’interno di una campagna di digital fundraising. carte di credito, bonifico, PayPal, Apple Pay, Google Pay, Satispay, Amazon Pay: offrire così tanti metodi di pagamento per le donazioni singole o regolari assicura un numero più alto di donazioni.

Infatti, ognuno può scegliere il metodo con cui ha maggiore familiarità o quello più comodo e moderno.

Grazie a speciali configurazioni customizzate, è possibile anche implementare un sistema che comprenda tutti i metodi di pagamento sopra citati senza che il fundraiser debba sostenere le fees – generalmente obbligatorie – su ogni singola donazione.

Anche la parte relativa al pagamento può essere ottimizzata con un sistema ad hoc. È possibile, infatti, scegliere quali determinati metodi di pagamento siano disponibili all’utente per la donazione. In questo modo, selezionando, magari, quelli più semplici da utilizzare, l’approccio al pagamento sarà più semplice e immediato.

Un sistema personalizzato dei metodi di pagamento può permettere all’utente anche di scegliere tra determinate somme predefinite da donare (per es. 10, 50, 100 euro) che vengono messe in evidenza al momento del checkout, per semplificare ancor di più il processo di donazione.

digital fundraising

Tracciamento dei donatori e strategie di marketing

Abbiamo parlato di form e di metodi di pagamento: sono sicuramente il punto cardine di una campagna di digital fundraising.

Tuttavia, c’è un aspetto forse ancora più importante: il tracciamento di tutte le donazioni (indipendentemente dalla campagna che le ha generate) e dei donatori che le hanno fatte, utilizzando determinati metodi di pagamento.

Riuscire ad avere una visione integrata di queste tre componenti importantissime (donazioni, donatori e metodi di pagamento), permette a chi organizza la raccolta fondi di profilare perfettamente i donatori.

Il targeting così eseguito supporta l’ufficio marketing che è perfettamente in grado di vedere chi è un donatore abituale, a quanto ammonta la sua donazione annuale, quale metodo di pagamento preferisce, etc.

Oltre a questo aspetto di analisi e reportistica, un sistema complesso che tiene conto di tutte le componenti suddette, permette di corroborare campagne di online marketing per il fundraising, volte, per esempio, all’aumento degli importi ricorrenti di donazione nonché all’aggiunta di donazioni extra.

All’interno di questa struttura complessa non possono mancare semplici ma efficaci automazioni che consentono di inviare comunicazioni personalizzate solo a determinati cluster di donatori sulla base di trigger predefiniti.

Per esempio, sarà possibile impostare campagne di email marketing rivolte solo ai donatori ricorrenti da un tot di anni per veicolare un determinato messaggio, oppure concentrarsi su donatori one-off (che, cioè, hanno donato una tantum) dell’ultimo anno per convertirli in ricorrenti.

Digital fundraising: la sicurezza dell’infrastruttura IT

Tutti i componenti e i processi descritti sopra devono essere sostenuti da un’infrastruttura IT ben congegnata.

In particolare, soprattutto quando in ballo ci sono transazioni economiche, è importante che l’infrastruttura cloud sottostante sia costantemente protetta dagli attacchi DDoS e che ci sia la possibilità di chiedere supporto immediato in presenza di anomalie e cyber attack.

Affidarsi a un’infrastruttura cloud sicura, progettata su misura e altamente scalabile è di fondamentale importanza per dare vita a un progetto duraturo nel tempo e che sappia resistere bene ai picchi di traffico, dovuti al lancio di importanti campagne promozionali.

Seeweb è il partner tecnologico ideale per ogni genere di progetto di fundraising che necessiti di infrastrutture cloud su misura, sicure, innovative e a ridotto impatto ambientale.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 3