Digital banking

Ricerca VMware: il 36% degli italiani vuole un’app per gestire i risparmi

Secondo la ricerca Digital Frontiers 4.0 di VMware, la priorità dei consumatori italiani è ottenere maggiori rendimenti ogni mese. Ma la strada è ancora lunga per arrivare a una rete bancaria completamente digitale [...]
Ricerca VMware: Il 36% degli italiani vuole un'app per gestione risparmi
  1. Home
  2. News
  3. Ricerca VMware: il 36% degli italiani vuole un’app per gestire i risparmi

Secondo la ricerca Digital Frontiers 4.0 di VMware, vince l’app nella gestione dei risparmi e delle finanze. La tecnologia può svolgere un ruolo chiave per ottenere maggiori rendimenti ogni mese.

VMware: un’app per la gestione dei risparmi

Dall’indagine Digital Frontiers 4.0 di VMware emerge che il 36% degli italiani vorrebbe utilizzare un’app per la gestione dei propri risparmi.

Il 41% dei consumatori italiani ritiene inoltre che il proprio provider di servizi finanziari sfrutti l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico per difendere i propri fondi e dati personali. L’obiettivo è aumentare i rendimenti di mese in mese.

L’avanzata del digitale continua a vedere la chiusura di molte filiali. Secondo la Banca Centrale Europea, la rete di filiali bancarie registra un calo in 25 dei 27 Stati membri dell’UE. In Italia, nei prossimi 3 anni, si prevede che le maggiori banche italiane chiuderanno altre 2500 filiali. Il numero complessivo crollerà sotto quota 20mila unità.

Ma secondo lo studio, nonostante i progressi, è ancora molto distante una rete bancaria completamente digitale.

Digital Frontiers 4.0: le criticità

WHITEPAPER
Pagamenti digitali: la sfida si contende sul campo dell’Intelligenza Artificiale
Pagamenti Digitali
Digital Payment

Lo studio ha evidenziato che la strada è ancora lunga per arrivare a una rete bancaria completamente digitale.

Appena il 28% dei consumatori italiani cambierebbe banca o fornitore di servizi finanziari se quello attuale li costringesse a recarsi di persona in filiale.

Soltanto il 19% pensa che sia quasi praticamente assente l’interazione umana nell’ambito finanziario.

Il 57% prevede che il settore garantisca, in ogni casi, i servizi tradizionali, erogati di persona. Gli intervistati potrebbero anche non averne necessità, ma altre persone potrebbero volersi affidare a una banca classica.

Per consentire al digitale di esprimere il suo potenziale, anche in ambito finanziario, le persone hanno ancora l’esigenza di persone. Forse per una questione di fiducia o per risolvere i problemi, contro il rischio di frodi e crimini informatici di alto profilo. Altri consumatori cercano un’offerta di un’esperienza su misura e personalizzata.

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn