ATM innova per Expo: ora in metro si sale con il QR code - Pagamenti Digitali

ATM innova per Expo: ora in metro si sale con il QR code

redazione

ATM, l’azienda dei trasporti milanesi, colma quel piccolo gap che ancora resisteva dopo l’avvio del suo servizio di mobile ticketing. A partire dal 23 marzo, infatti, la società ha introdotto la possibilità per gli utenti di acquistare titoli di viaggio direttamente dal telefono, inviando un SMS che addebita sul conto o sul credito telefonico il costo del biglietto producendo un PNR che lo sostituisce sui mezzi di superficie. L’operazione può essere effettuata anche sull’app ufficiale di ATM (disponibile per iOs, Android e Windows Phone), pagando con PayPal o con la carta di credito. Per accedere alla metropolitana, però, è comunque necessario utilizzare il codice e stampare presso i distributori automatici la scheda magnetica che permette di attraversare i tornelli. Ebbene, dal 1 maggio, quando aprirà i battenti Expo 2015, non sarà più (solo) così. Il sistema infatti invierà agli utenti un QR code che consentirà di superare le barriere per il mezzanino semplicemente avvicinando il display dello smartphone all’apposito lettore, esattamente come avviene negli aeroporti quando si accede ai gate scansionando il codice a barre della versione digitale della carta d’imbarco.

Sulla rete delle quattro linee metropoline sono 370 i tornelli predisposti al servizio (attivo grazie a un software sviluppato dalla stessa ATM), che si affianca alla piattaforma NFC, grazie alla quale era già possibile accedere ai treni in modalità contactless per i clienti PosteMobile.

Il vantaggio del meccanismo di e-ticketing elaborato da ATM sta nella possibilità di acquistare titoli di viaggio senza la necessità di attivare account o sottoscrivere abbonamenti, né (nel caso si utilizzi l’SMS) di utilizzare una carta di credito. L’unica accortezza, raccomandano dall’azienda dei trasporti, che i viaggiatori devono avere riguarda l’integrità del display dello smartphone. Se è danneggiato, occorrerà comunque recarsi a un distributore automatico e stampare il biglietto con l’apposito PNR.