Aumentare le conversioni e diminuire le frodi: l'eCommerce secondo HiPay - Pagamenti Digitali
FacebookTwitterLinkedIn

Aumentare le conversioni e diminuire le frodi: l’eCommerce secondo HiPay

Mauro Bellini

Nabil Naimy, Chief Operating Officer HiPay Il mercato dei digital payment italiano è sempre più importante e la crescita dell’eCommerce in particolare sta spingendo molte Fintech internazionali a guardare al nostro mercato con crescente interesse. E’ il caso di HyPay Group che ha recentemente nominato Paola Trecarichi nel ruolo di country manager e che rafforza ulteriormente la propria offerta Fullservice anche nella prospettiva di crescita della domanda di soluzioni per l’eCommerce.

Pagamenti Digitali ha incontrato la country manager dell’Italia Paola Trecarichi e il COO del gruppo Nabil Naimy.

Fullservice è una piattaforma innovativa che permette di migliorare il processo di acquisto sui siti dei merchant, che consente di ridurre il tasso di abbandono del carrello, di aumentare la sicurezza per clienti e merchant e che offre l’opportunità di aumentare significativamente i volumi di business senza investimenti aggiuntivi. Grazie alla soluzione di HiPay, i retailer che operano nell’eCommerce potranno beneficiare di un sistema anti-frode all’avanguardia e di un supporto capillare nel processo di internazionalizzazione del business, pensato per supportare le imprese nella internazionalizzazione del business. Nabil Naimy COO di HiPay Group sottolinea l’importanza di una soluzione come Fullservice per massimizzare le vendite in ambito eCommerce riducendo al massimo il rischio di abbandono del carrello. «La nostra soluzione – afferma – è stata adottata da grandi e importanti marchi mondiali per la gestione dei pagamenti eCommerce, brand come Franklin&Marshall, Greenfitspa.com (Diadora Fitness), Quimammeshop.it (Sfera Editore, Gruppo RCS) in Italia e Auchan e Oclio (DuPareilAuMême Group) che a livello internazionale hanno scelto HiPay e grazie a queste partnership – sottolinea il manager – la società ha registrato una crescita del 90% sulla linea Fullservice e ha sviluppato un volume dii transazioni che ha superato l’1,3 miliardi di euro».

Paola Trecarichi, country manager HiPay ItaliaMa la sfida per HiPay relativamente al mercato italiano riguarda le opportunità di sviluppo: «Crediamo molto nell’Italia – afferma Naimy – con Paola Trecarichi abbiamo un nuovo country manager e abbiamo una forte focalizzazione sulle imprese che stanno crescendo nell’ambito dell’eCommerce. Il vostro paese – prosegue – ha grandi potenzialità di sviluppo soprattutto per il valore del Made in Italy che è estremamente apprezzato in tutto il mondo e che può trovare nuove opportunità di sviluppo proprio sul canale eCommerce». E L’offerta HiPay è proprio concepita per consentire ai merchant di vendere facilmente in altre country con una facile e sicura gestione dei pagamenti.

Certamente in questo senso vanno lette anche le recenti dichiarazioni del fondatore di Alibaba che in occasione di Vinitaly presso Fiere di Verona ha celebrato il valore della produzione vinicola italiana e ha dichiarato l’interesse a sviluppare una azione di promozione e di vendita sulla propria piattaforma di eCommerce che apre prospettive di sviluppo su tutto il mercato dell’Est e dell’Asia e non solo. Un segnale molto forte di come il Made in Italy possa conquistare quote nel mondo attraverso una corretta a azione di crescita nell’eCommerce e di come le imprese italiane, anche quelle di medie e piccole dimensioni possono garantirsi nuovi risultati in mercato un tempo molto difficili da raggiungere e da coprire.

Dunque grandi opportunità di sviluppo per HiPay e si tratta di occasioni che chiedono agli attori dell’eCommerce di mettere a disposizione soluzioni sempre più semplici e sempre più vicine alle esigenze dei clienti. «HiPay – sottolinea Paola Trecarichi, neo country manager della società per l’Italia – offre la possibilità di integrare più di 220 metodi di pagamento tra i quali vanno citati PayPal, Visa, Mastercard, Maestro, SisalPay, GiroPay,ING Home Pay, Klarna, Sofort, iDeal, MultiBanco, Payshop e Multibanco. Vale a dire una soluzione che da una parte massimizza la possibilità di offerta per i clienti e dall’altra, contemporaneamente, minimizza il rischio di abbandono del carrello da parte dei clienti».

Ma un altro tema che sta a cuore a HiPay è la logica omnichannel: «Tutti i grandi retailer – osserva  Naimy – sono impegnati in attività di sviluppo che sappiano mettere in stretta relazione tutti i canali di contatto e di vendita con i clienti: dall’online all’offline al mobile. Il cliente deve essere libero di scegliere e di valutare sia come acquistare sia come pagare e la logica ominichannel richiede la gestione con piattaforme come la nostra Fullservice che lascia al cliente la massima liberta e nello stesso tempo garantisce al retailer il miglior controllo».

Paola Trecarichi spiega che HiPay rappresenta una soluzione per la gestione dei pagamenti elettronici particolarmente indicata per il mondo dell’eCommerce. Le imprese possono attivare il servizio in modo semplice e veloce, HiPay consente di essere velocemente operativi a livello internazionale con in oltre 100 paesi.

Naimy ricorda che la strategia denominata Fullservice banking solution è nata alla fine del 2013 ed è arrivata a un volume di transazioni pari a 1,3 miliardi di euro nel 2015 con la prospettiva di sviluppare ulteriormente questo volume nel corso del 2016 grazie al tasso di interesse che la società sta riscontrando in diversi mercati come appunto l’Italia. Naimy sottolinea che nella strategia di sviluppo della società c’è anche l’attenzione a portare i servizi HiPay in nuovi mercati. La capacità di supportare i merchant nelle attività di sviluppo oltre i confini dei mercati domestici, con un supporto che la società garantisce attraverso accordi e connessioni dirette con numerosi metodi di pagamento, permettono alla società di garantire un supporto su oltre 220 metodi di pagamento su oltre 150 currencies.

Da sottolineare poi anche la grande attenzione di HiPay alla sicurezza, un tema sul quale la società è impegnata da tempo in attività di sviluppo con la Fraud Protection Service (FPS) che consente di monitorare e controllare eventuali tentativi di frode.

Naimy sottolinea il ruolo della società per i merchant sia come some piattaforma per la gestione dei servizi di payment sia come piattaforma per sviluppare il business, uno sviluppo che permette alle imprese di utilizzare i dati relativi ai pagamenti come dati di sviluppo del business in termini di analytics in real time sulle scelte dei clienti, sulle loro decisioni d’acquisto, sulle modalità stesse di acquisto fornendo ai merchant uno strumento di sviluppo delle vendite nella duplice forma di un monitoraggio puntuale e della possibilità di disporre di strumenti che permettono di passare rapidamente all’azione. 

Un obiettivo quello di HiPay che può essere sintetizzato in una duplicità di azione: aumentare al massimo il tasso di conversione e ridurre al massimo il rischio di frodi per fornire il miglior risultato possibile ai merchant.

 

 

 

 

 

 

 

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi