Open banking, Tas Group punta sull'asse con Oracle - Pagamenti Digitali
FacebookTwitterLinkedIn

Open banking, Tas Group punta sull’asse con Oracle

Il gruppo specializzato in software per le banche potenzia il portafoglio soluzioni con la Digital Innovation Platform del colosso Usa. Tra i punti di forza le funzionalità PaaS e il network Api

Tas Group punta sul know how e la tecnologia di Oracle per assicurarsi un posto in prima fila nel futuro dell’open banking. Il gruppo specializzato in soluzioni software per la monetica, i pagamenti elettronici, i mercati finanziari e i sistemi Erp ha infatti annunciato il potenziamento delle sue soluzioni per le banche grazie alla Digital Innovation Platform per Open Banking di Oracle, lanciata all’Oracle OpenWorld di San Francisco, la convention annuale del colosso americano dedicata ai decision maker e ai manager del mondo IT. Si tratta di una delle ultime novità presentate da Oracle, che include un insieme di funzionalità PaaS e un framework di open Api per consentire a banche e a fintech di integrarsi su una piattaforma cloud comune, per dare forma al futuro del banking in modo collaborativo.

Il Tas Group è oggi tra i primi tre partner Oracle a livello mondiale ad aver abbracciato il catalogo Open API e l’ecosistema di servizi messo a disposizione da Oracle. L’innovazione e lo sguardo oltre il presente non è una novità per la software house, che da diversi anni investe sulle opportunità aperte dalla Psd2 e offre alle banche gli elementi per competere nello sfidante scenario di mercato che sono chiamate ad affrontare. In questo contesto, spiega Oracle, “la nuova piattaforma costituisce il framework ideale per potenziare le soluzioni in ambito pagamenti di Tas, attribuendogli la flessibilità e la scalabilità richieste dai clienti”.

“Siamo fieri della nostra partnership a livello mondiale con Oracle. La Digital Innovation Platform è una proposizione unica sul mercato e ci permette di dotare di maggiore economicità con flessibilità e scalabilità le nostre soluzioni per le banche che vogliano competere nell’era digitale in cui viviamo – spiega il presidente di Tas Group, Dario Pardi -. In sinergia con gli obiettivi strategici di Oracle per il settore finance, offriamo un’alternativa concreta agli attori dell’ecosistema che vogliono fare propri dei modelli di business vincenti e all’avanguardia”. L’asse fra Tas Group e Oracle sarà ben visibile all’interno del fintech cornier che sarà presente il prossimo 9 novembre presso il Palazzo del Ghiaccio di Milano, in occasione dell’Oracle Cloud Show.

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi