Pubblica Amministrazione

PagoPA in sanità: evoluzione normativa e applicazioni pratiche

PayTipper, Argentea e GPI hanno realizzato la completa integrazione tra il Gestionale CUP di GPI, i terminali POS di Argentea e il prestatore di servizi di pagamento pagoPA PayTipper [...]
PagoPA in sanità: evoluzione normativa e applicazioni pratiche
  1. Home
  2. News
  3. PagoPA in sanità: evoluzione normativa e applicazioni pratiche

L’adozione della piattaforma pagoPA in sanità riguarda la gestione dei ticket sanitari (posizioni debitorie di pagoPA). Si inserisce nel processo di innovazione tecnologica e digitale del nostro Paese, tracciata dal PNRR.

L’obiettivo sfidante è quello di offrire ai cittadini una piattaforma che possa garantire l’interoperabilità tra i diversi servizi della Pubblica Amministrazione. Ecco come rende il pagamento rapido e sicuro.

PagoPA in sanità

L’adozione di pagoPA in ambito sanitario è un tema articolato. Sono infatti molteplici i fattori coinvolti nell’erogazione del servizio di gestione delle posizioni debitorie. In particolare si assiste a due momenti ben distinti, ma fra loro complementari per finalizzare l’operazione: la gestione e la pubblicazione del ticket sanitario; e il relativo pagamento.

La gestione del ticket prevede un’articolata attività di integrazione tra il gestionale dell’ASL e la piattaforma regionale di pubblicazione delle posizioni debitorie pagoPA.

Un servizio è definito partner tecnologico

Permette infatti di ricevere dal gestionale dell’ASL il ticket da pubblicare. Ha il compito di comunicare l’avvenuto pagamento al gestionale dell’ASL e, dunque, produrre la rendicontazione dettagliata del flusso finanziario degli incassi.

Il pagamento del ticket sanitario, invece, può essere effettuato in diverse modalità e in molteplici punti di accettazione, abilitati alla gestione del pagamento tramite piattaforma pagoPA.

L’erogazione del servizio all’interno dell’ASL prevede l’esecuzione in ottemperanza alle norme previste da pagoPA. Il tutto avviene tramite un prestatore di servizi di pagamento abilitato.

L’ASL può mettere a disposizione dei propri utenti i pagamenti presso le proprie sedi, adottando una soluzione integrata. Essa comprende: il proprio Gestionale del CUP, i Terminali di pagamento (POS presso CUP, sportelli self-service, intramoenia) e infine un prestatore di servizi abilitato alla gestione del pagamento pagoPA.

“Dopo la pandemia”, conclude Gloriana Cimmino, direttore commerciale di pagoPA, “il settore sanitario è diventato ancora più strategico per le politiche pubbliche e per i processi digitalizzazione. Abilitare percorsi uniformi e sempre più estesi di accoglienza digitale del cittadino nell’ambito della tutela della salute è per noi un obiettivo importantissimo. Iniziative come quella di PayTipper, Argentea e GPI vanno nella direzione virtuosa di semplificare l’accesso ai luoghi di cura e implementare il rapporto tra tecnologie e utenza nella gestione delle prenotazioni e del pagamento delle prestazioni sanitarie erogate dagli enti pubblici, il che significa imprimere una spinta decisiva alla crescita della cittadinanza digitale”.

L’integrazione fra PayTipper, Argentea e GPI

WHITEPAPER
Sensori intelligenti e Sanità: quali tipologie a supporto delle terapie farmacologiche?
Sanità
Smart health

PayTipper, Argentea e GPI hanno realizzato la completa integrazione tra il Gestionale CUP di GPI, i terminali POS di Argentea e il prestatore di servizi di pagamento pagoPA PayTipper.

L’integrazione mette a disposizione delle aziende sanitarie una soluzione modulare. L’hanno adottata due Istituti ospedalieri, per la gestione dei pagamenti delle prestazioni sanitarie tramite piattaforma pagoPA. Funziona presso gli sportelli di accettazione o postazioni di pagamento self-service dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Luigi Vanvitelli e dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS “Fondazione G. Pascale”.

L’integrazione prevede l’attivazione del pagamento con POS dei ticket sanitari attraverso pagoPA.

Argentea e GPI, società capogruppo, hanno infine sviluppato un set di soluzioni per supportare la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. In particolare, A4PAPos è la soluzione POS realizzata per gestire i pagamenti dei cittadini verso la Pubblica Amministrazione, tramite pagoPA.

“Grazie a questa soluzione”, commenta Marco Torresani, Direttore di Argentea, “Argentea mette a disposizione degli Enti Creditori la tecnologia per attuare il processo di Trasformazione Digitale anche nell’ambito dei pagamenti elettronici. L’interfacciamento con il Gestionale CUP e con pagoPA garantisce al cittadino un pagamento rapido e sicuro, e all’Ente l’ottimizzazione e la semplificazione dei propri processi interni”

Come funziona A4PAPos

Quando il cittadino effettua una prestazione sanitaria e si reca al CUP per pagare, il software Gestionale del CUP si interfaccia con pagoPA e ne richiede il codice IUV.

Dopo aver ottenuto il codice IUV, il software comunica l’importo al Terminale POS e il cittadino paga attraverso la propria carta di debito o credito.

PayTipper, in qualità di PSP aderente a pagoPA, gestita direttamente la transazione di pagamento. Mediante alcune interazioni con la stessa piattaforma trasmette l’esito del pagamento al beneficiario istantaneamente. Successivamente ne regola i flussi finanziari verso il beneficiario.

I vantaggi per la struttura ospedaliera e il cittadino

La soluzione proposta è indipendente rispetto alla banca tesoriera. Ciò assicura la continuità del servizio in caso di variazione della tesoreria e una totale trasparenza dei costi di gestione.

Inoltre, la notifica in tempo reale dell’avvenuto pagamento, secondo gli standard pagoPA, permette alla soluzione di: garantire il perfezionamento dell’operazione, tempi certi di accredito e una rendicontazione più semplice e veloce.

Un report standard, anche nel caso in cui il pagamento avvenga in una
struttura ospedaliera o attraverso un canale di pagamento pagoPA diverso da quello che ha erogato la prestazione sanitaria, permetterà di effettuare la riconciliazione.

Un altro fiore all’occhiello della soluzione riguarda la possibilità, per medici e specialisti, di poter usufruire del POS in versione “mobile” in caso di pagamenti in prestazioni intramoenia, visite a domicilio o presso ambulatorio.

Il sistema di pagamento è in versione stand alone, grazie all’integrazione nei totem multiservizio delle strutture ospedaliere e delle asl.

Infine, questa soluzione consente ai cittadini di usufruire di una modalità di pagamento semplice, rapido e valido ai fini della detrazione fiscale, che richiede un pagamento tracciato.

Pagare una prestazione sanitaria con Pos pagoPA permette di tenere traccia dei pagamenti anche con l’app IO. Infatti consente di consultare in tempo reale e conservare la lista dei pagamenti dei ticket sanitari direttamente sul proprio cellulare.

WHITEPAPER
Telemedicina: come attivare una valida rete ospedale-medici-territorio
Sanità

“L’integrazione realizzata da PayTipper con i propri partner rende immediatamente disponibile una soluzione integrata di pagamento per le aziende sanitarie, contribuendo a dare un impulso all’innovazione digitale e tecnologica nei pagamenti in ambito Sanità tramite pagoPA”, spiega Davide Bordin, direttore commerciale di PayTipper che esprime l’orgoglio di “contribuire alla diffusione dell’utilizzo di pagoPA come parte del concetto di ‘cittadinanza aumentata’ che ispira il lavoro di pagoPA, considerato un esempio di sviluppo digitale nella Pubblica Amministrazione”.

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn