La Reserve Bank of New Zealand si affida a SIA

Sono realizzati da SIA i nuovi sistemi di regolamento in tempo reale dei pagamenti di importo rilevante e delle transazioni in titoli della banca centrale della Nuova Zelanda [...]
  1. Home
  2. News
  3. La Reserve Bank of New Zealand si affida a SIA

La banca centrale della Nuova Zelanda (la Reserve Bank of New Zealand – RBNZ) ha scelto SIA per realizzare i suoi nuovi sistemi di regolamento in tempo reale dei pagamenti di importo rilevante e delle transazioni in titoli. Sistemi che vanno a sostituire le due precedenti piattaforme utilizzate: Exchange Settlement Account System (ESAS) e Central Securities Depository System (NZClear).

Oggi alle infrastrutture della RBNZ si collegano 57 organizzazioni, tra cui banche, depositari e broker, per complessivi 600 utenti tra Nuova Zelanda, Australia e Asia. In seguito all’introduzione dei nuovi sistemi, tutte queste istituzioni finanziarie potranno d’ora in poi gestire il flusso quotidiano di transazioni con la Reserve Bank of New Zealand sicure di appoggiarsi a un’infrastruttura moderna e all’avanguardia. Questi nuovi sistemi si basano sulle innovative applicazioni Real Time Gross Settlement (RTGS) e Central Securities Depository (CSD), realizzate da SIA e già utilizzate da diverse istituzioni centrali in Europa, Africa, Medio Oriente e Nord America.

“Si tratta di una trasformazione significativa. Ogni giorno regoliamo transazioni per un valore superiore a 30 miliardi di dollari, ci siamo quindi concentrati per effettuare questo cambiamento nel modo più corretto possibile e quando l’infrastruttura era effettivamente pronta. Questo passaggio è il risultato di mesi di rigorosi test in cui abbiamo apprezzato la stretta collaborazione con i principali attori del sistema” afferma Mike Wolyncewicz, Vice Governatore e Chief Financial Officer della Reserve Bank of New Zealand.

“Il positivo avvio di questo importante progetto con la Reserve Bank of New Zealand costituisce un importante passo avanti nel nostro posizionamento internazionale e rappresenta, al tempo stesso, una prima pietra miliare nella realizzazione e fornitura di infrastrutture tecnologiche di pagamento e di mercato nell’area asiatico pacifica” commenta Nicola Cordone, AD di SIA.

 

FacebookTwitterLinkedIn