Sicurezza

Carta di credito biometrica: al via la fase sperimentale

La sperimentazione su circuito Visa della carta di credito con riconoscimento biometrico, emessa da Sella, sviluppata in partnership con Idemia, prevede di pagare usando solo la propria impronta digitale, grazie a un chip biometrico [...]
Carta di credito biometrica
  1. Home
  2. News
  3. Carta di credito biometrica: al via la fase sperimentale

Inizia la sperimentazione della carta di credito biometrica. A emetterla è Sella Personal Credit su circuito Visa, dopo averla sviluppata in partnership con Idemia. Ecco quali vantaggi offre.

Carta di credito biometrica in test

La carta di credito biometrica emessa da Sella Personal Credit, società del gruppo specializzata nel credito alle famiglie, entra in fase di test. Permette di autorizzare tutte le transazioni, ricorrendo solamente all’impronta digitale.

Basta infatti appoggiare il dito sulla propria carta di credito, in completa sicurezza, per autorizzare rapidamente le transazioni di pagamento.

La sperimentazione della carta di credito con riconoscimento biometrico da parte di Sella prevede di pagare usando solo la propria impronta digitale, grazie a un chip biometrico inserito nell’innovativo strumento di pagamento.

“Questa nuova carta abilita una modalità di riconoscimento che molti già utilizzano ogni giorno sui propri smartphone e sottolinea la costante attenzione del gruppo nell’offrire soluzioni sempre più all’avanguardia per andare incontro alle rinnovate esigenze personali”, commenta Giorgio Orioli, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Sella Personal Credit: “La collaborazione con Idemia e Visa conferma questa visione che punta ad arricchire l’esperienza di pagamento dei nostri clienti garantendo allo stesso tempo semplicità e sicurezza”.

Il progetto pilota di Sella Personal Credit

Ogni cliente si avvale di un kit che comprende uno speciale dispositivo (“sleeve”) in grado di registrare la propria impronta sulla carta in completa autonomia e con una veloce guida passo a passo, evitando di recarsi in filiale per eseguire l’operazione.

WHITEPAPER
GUIDA PRATICA contro il Phishing: scopri come tutelare la tua azienda!
CIO
Cybersecurity

Dopo che la carta ha acquisito l’impronta digitale del cliente, è pronta all’uso e funziona senza bisogno di batterie.

Il POS in modalità contatto e il campo magnetico in caso di transazioni contactless alimentano direttamente il chip biometrico. Infatti è sufficiente appoggiare il dito nell’apposita area che racchiude il chip biometrico, sul lato frontale della carta, per autorizzare il pagamento.

Le partnership per il lancio di F. CODE

La nuova carta biometrica F. CODE funziona su circuito Visa ed è sviluppata in partnership con Idemia, azienda specializzata in Identity Technologies.

Idemia può contare su know-how consolidato di progettazione e realizzazione nel campo delle carte di pagamento. Vanta anche un’esperienza pluriennale in analoghi progetti pilota a livello mondiale.

Le carte biometriche sono diffuse in tutto il mondo e sono riconoscibili da ogni terminale Pos e ATM con certificazione EMV.

“In Idemia siamo convinti che le soluzioni digitali e l’innovazione nei pagamenti cambieranno il modo in cui le persone acquisteranno e pagheranno, offrendo maggiore comodità e sicurezza nell’esperienza di pagamento. Avvalendoci dell’esperienza e competenza decennale nel campo della biometria, siamo entusiasti di partecipare alla distribuzione della prima carta biometrica in Italia nel circuito Visa, e non vediamo l’ora di plasmare il futuro dei pagamenti con il nostro partner Sella”, conclude Aaron Davis, SVP Financial Institutions Europe di Idemia.

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn