Open banking

Banking-as-a-Service in Egitto: inclusione finanziaria per 18 milioni di persone

La partnership fra BKN301 e Damen ePayment in ambito fintech punta a rendere cashless l'Egitto, un Paese con oltre 100 milioni di abitanti, ancora molto legato ai contanti nelle aree remote. Ecco i termini della collaborazione [...]
  1. Home
  2. News
  3. Banking-as-a-Service in Egitto: inclusione finanziaria per 18 milioni di persone

BKN301 e Damen ePayment firmano un’intesa di Banking-as-a-Service (BaaS) per rendere cashless l’Egitto, un Paese ancora molto legato ai contanti.

L’accordo nel fintech punta a offrire inclusione finanziaria a 18 milioni di egiziani. Ecco come.

Banking-as-a-Service in Egitto: inclusione finanziaria per 18 milioni di persone

Banking-as-a-Service in Egitto

Il governo egiziano ha recentemente lanciato le iniziative di Egypt’s Vision 2030.

L’Egitto ha varato alcune normative per supportare l’inclusione finanziaria. Alcune propongono soluzioni digitali a un numero crescente di cittadini. Cresce inoltre il livello dei servizi offerti, mentre accelera la trasformazione digitale del Paese.

BKN301 ha sviluppato una piattaforma di BaaS mediante wallet digitale e 301XB. Questa soluzione è in grado di attivare la possibilità di effettuare transazioni cross-border attraverso l’uso della blockchain. Consentirà a Damen la possibilità di abilitare nuove funzionalità e semplificare le operazioni con i fondamentali partner commerciali egiziani nei Paesi del Golfo Persico.

Una volta ottenute tutte le approvazioni normative, BKN301 permetterà ai clienti di Damen di spedire e ricevere denaro a livello internazionale in oltre 100 Paesi (inclusi i mercati più difficili da raggiungere a causa della mancanza di sistemi comuni) usando oltre 50 valute. Offre un’estrema visibilità sulle commissioni, tempi di elaborazione e controllo per monitorare le transazioni.

L’Egitto ha oltre 100 milioni di abitanti. Rappresenta uno dei mercati emergenti con il più elevato potenziale di crescita: infatti oggi appena il 23% delle persone sfrutta piattaforme digitali per inviare e ricevere pagamenti, a causa dello scarso numero di POS a disposizione degli esercenti e dell’insufficiente diffusione delle carte di pagamento.

Accordo fra BKN301 e Damen ePayment

WHITEPAPER
Pagamenti digitali: la sfida si contende sul campo dell’Intelligenza Artificiale
Pagamenti Digitali
Digital Payment

L’intesa di Banking-as-a-Service intende digitalizzare completamente l’infrastruttura, arricchire l’offerta con servizi innovativi e migliorare la user experience.

La partnership tra BKN301 e Damen svela soluzioni fintech all’avanguardia a vantaggio dei clienti di Damen.

BKN301 è la fintech che sviluppa servizi di pagamento e funzionalità Banking-as-a-Service. Invece Damen ePayment è la società che gestisce 20 milioni di carte che servono 72 milioni di egiziani. La partnership rientra nell’ambito della strategia di sviluppo di BKN301. La fintech infatti nutre l’ambizione di diventare un operatore open-market e cross-border di riferimento nell’open banking e nei pagamenti digitali, in mercati in crescita.

Nei mercati emergenti (Africa, Medio Oriente ed Europa dell’Est), sale la richiesta di servizi di pagamento digitali, mentre scarseggia l’offerta. In questi mercati globali in rapida crescita la popolazione ha un’età media bassa e la crescita demografica è esplosiva. Inoltre c’è un’alta penetrazione del mobile accompagnata da una significativa alfabetizzazione tecnologica relativa ai sistemi di pagamento.

In collaborazione con Cashflo, società fintech con sede al Cairo, e Switchover, acceleratore fintech svizzero, BKN301 ha l’obiettivo di portare le sue soluzioni di banking digitale in tutta la regione del Medio Oriente e dell’Africa.

“Questo nuovo accordo”, sottolinea Stiven Muccioli, Founder e CEO di BKN301, “conferma la validità della nostra offerta creata su misura per le esigenze di mercati come quello egiziano, dove la bassa diffusione di metodi di pagamento digitali tra la popolazione offre elevate prospettive di sviluppo nel prossimo futuro”. L’obiettivo è accelerare “la digitalizzazione del mercato dei pagamenti in Egitto, ancora molto legato all’uso del contante, soprattutto nelle aree più remote”.

“Queste soluzioni innovative”, conclude Sami Chaouch, vice-Chairman di Cashflo SAE, “porteranno sul mercato soluzioni potenti, universali e personalizzate, sviluppate da un team multiculturale. Integrando sistemi complessi nel modo più efficiente possibile, forniremo ai clienti la migliore esperienza d’uso”.

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn