Oltre il Mobile Payment: i servizi emergenti più promettenti per il futuro - Pagamenti Digitali
FacebookTwitterLinkedIn

Oltre il Mobile Payment: i servizi emergenti più promettenti per il futuro

I servizi di Couponing & loyalty e l’integrazione tra pagamenti Remote e Proximity sono gli aspetti su cui si stanno concentrando maggiormente i wallet internazionali, insieme al Mobile Ordering, al Mobile Money Transfer, alla Mobile Identity. È quanto rilevano gli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano nella ricerca” Mobile Payment & Commerce: non manca più nessuno!” presentata lo scorso febbraio, dedicando agli aspetti collaterali ai pagamenti da cellulare un focus specifico, analizzando il contesto internazionale.

 

Sconti e raccolte punti

In ambito couponing & loyalty molti servizi permettono di accedere a sconti o programmi di raccolta punti che vengono riconosciuti in cassa attraverso il telefono cellulare e in alcuni casi integrati anche al pagamento. Gli esempi sono numerosi: dalle startup come Belly e LevelUp ai grandi attori del web come twitter offer e google offer. L’integrazione tra pagamenti Remote e Proximity consente invece di registrare una carta di pagamento e di utilizzarla indifferentemente per acquisti in negozio o acquisti a distanza tramite pagamenti in app (ad esempio Apple e google già offrono questa integrazione).

 

Ordini dallo smartphone e trasferimenti di denaro

Un secondo filone di novità è il Mobile Ordering, i servizi dedicati al mondo della ristorazione che consentono all’utente di utilizzare il telefono cellulare per ordinare e pagare evitando la coda: ne sono esempi Square order, Starbucks Mobile order & Pay, McDonald’s ordering.

Un terzo ambito di innovazione che ha trovato una nuova vitalità nel 2014 è rappresentato dai servizi che permettono il trasferimento di denaro tra utenti via cellulare: il Mobile Money Transfer in realtà si era già affermato qualche anno fa, ma sembrava dedicato a mercati in cui gli utenti sono prevalentemente soggetti non intestatari di conto bancario (ad esempio MPesa in Kenya). Negli ultimi due anni sono nate una trentina di iniziative, alcune delle quali mostrano già dei risultati interessanti: Paym, in Inghilterra, con oltre un milione di utenti unici registrati e 6,5 milioni di sterline transati nei primi 100 giorni di attività.

Un quarto filone di novità riguarda la Mobile Identity, i servizi di identificazione digitale che stanno diventando sempre più importanti nell’agenda digitale europea. Sono stati individuati oltre 40 servizi di Mobile identity a livello internazionale: da servizi di Strong authentication per accedere ai siti in modo sicuro utilizzando il Mobile come token o credenziale aggiuntiva da verificare (ad esempio Mobil imza in Turchia), a veri e propri documenti d’identità digitali caricati sul telefono cellulare che permettono di accedere anche a servizi pubblici (ad esempio Mobile-id in Estonia, Mobile Bankid in Norvegia).

Interessante, infine, l’evoluzione dei sistemi di cassa su Mobile o tablet che, a partire dai Mobile PoS per l’accettazione dei pagamenti elettronici, si stanno trasformando in soluzioni integrate che offrono servizi aggiuntivi agli esercenti (ad esempio Business analytics e personalizzazione delle campagne di sconto).

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi