Amazon offre la sua gestione pagamenti come servizio - Pagamenti Digitali
FacebookTwitterLinkedIn

Amazon offre la sua gestione pagamenti come servizio

Daniele Lazzarin

In ottobre Amazon ha presentato “Login and Pay with Amazon”, nuovo servizio rivolto ai gestori di siti di e-commerce. Il servizio – per ora attivo solo negli USA – permette al consumatore online di registrarsi con le credenziali del proprio profilo Amazon sul sito di e-commerce del venditore (Login), e di pagare l’acquisto attraverso Amazon Payments, l’insieme di informazioni personali, autorizzazioni al pagamento, e preferenze di consegna del consumatore contenute nel suo profilo Amazon (Pay). I servizi Login e Pay si possono sottoscrivere anche singolarmente (solo Login o solo Pay).

La società di ricerca e analisi di mercato Gartner ha commentato questa iniziativa, definendola una ridefinizione dell’esperienza di acquisto online da parte di Amazon, che mette a disposizione di terzi la sua expertise nei processi di gestione dei pagamenti e delle consegne, e i 215 milioni di profili attivi del suo database. Gartner ritiene che il servizio sia una proposizione di valore per piccole e medie aziende che vendono online senza potersi appoggiare a un brand famoso, e in particolare per chi propone beni fisici e servizi che per qualche motivo comportano la richiesta di dati e informazioni del compratore.

Queste realtà possono eliminare la necessità di far registrare l’utente durante il processo d’acquisto, e beneficiare della credibilità e notorietà del marchio Amazon per rassicurare il consumatore sulla facilità del processo d’acquisto online, sulla sicurezza del pagamento, e sulla garanzia post-vendita, che è la stessa degli acquisti su Amazon. In pratica, Amazon fa da “garante” dell’identità del compratore nei confronti del venditore. Un altro forte beneficio potenziale per quest’ultimo è l’accesso alle informazioni del profilo Amazon del consumatore, grazie al quale può personalizzare offerte e promozioni.

Dal punto di vista strategico, spiega Gartner, questa nuova offerta può rendere Amazon una realtà di primo piano dell’online shopping authentication, rispondendo così all’entrata di Facebook nell’e-commerce.

Qualche grande marchio che vende su Amazon potrebbe vedere Login and Pay come una mossa in qualche modo concorrenziale. Ma gli analisti la giudicano soprattutto un attacco a PayPal, e alla sua casa madre eBay. Dato che nel profilo Amazon tipicamente i consumatori salvano diverse modalità di pagamento, il servizio Login and Pay infatti può essere definito un “Digital Wallet” concorrente diretto di PayPal, che è uno dei metodi di pagamento universalmente più utilizzati per l’e-commerce.

Rispetto a PayPal, però, sottolinea Gartner, Amazon Login and Pay è più debole in termini di funzionalità multichannel: PayPal per esempio ha rafforzato recentemente il supporto degli acquisti da Mobile (acquisizione di Braintree) e nei negozi fisici (in-store). Inoltre PayPal ha anche programmi fedeltà, e la sua casa madre, a differenza di Amazon, non vende direttamente beni e servizi nel proprio marketplace.

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi