Banca Progetto, Fabrick e Faire: al via un’iniziativa comune per l’Instant Lending

Le tre società hanno avviato un progetto di instant lending, che permetterà l'erogazione dei prestiti su conto corrente direttamente via app [...]
  1. Home
  2. Digital banking
  3. Banca Progetto, Fabrick e Faire: al via un’iniziativa comune per l’Instant Lending

La velocizzazione delle operazioni di credito abilitata dal digitale, il cosiddetto Instant Lending, è sempre più al centro delle proposte delle Fintech e delle partnership tra attori del mondo dei pagamenti. In quest’ottica rientra un’iniziativa avviata tra Banca Progetto, Faire (piattaforma di credit automation) e Fabrick, operatore del mondo Open Finance. Più nel dettaglio, Banca Progetto, grazie alla tecnologia abilitante di Fabrick e al credit score di Faire, riuscirà a sviluppare un servizio di erogazione di prestiti al consumo istantanei. In particolare, i classici parametri come età, provenienza e territorialità non costituiranno più i fattori decisivi, ma saranno sostituiti con le abitudini e categorie di spesa, così come l’andamento dei rapporti tra entrate e uscite, che diventano i parametri di riferimento. Secondo le tre aziende, questo cambiamento consentirà di aprire le porte a un credito “democratico”, basato su informazioni ricche e trasversali. Il risultato finale sarà una vera e propria app, disponibile anche via Smartphone, che erogherà credito istantaneamente sui conti correnti degli utenti. Una partnership che, inoltre,  testimonia il progressivo avvicinamento tra fintech e banche, sempre più impegnate a collaborare per il lancio di servizi innovativi ed efficienti per la propria clientela.

“I nostri clienti hanno le esigenze tipiche dei consumatori di questo secolo, in termini di timing ed esperienza, esigenze che noi siamo in grado di intercettare facilmente grazie all’assenza di legacy della banca e al nostro dna digitale. Promuoviamo e sperimentiamo una strategia di integrata collaborazione tra fintech innovative e la banca: la partnership con due fintech come Faire e Fabrick, nate grazie ad imprenditori giovani e talentuosi, permetterà di sviluppare un nuovo modo di erogare credito rivoluzionando il mercato tradizionale dei prestiti ai privati e rispondendo alle esigenze dei consumatori sempre più digitali” ha evidenziato Paolo Fiorentino, Amministratore Delegato di Banca Progetto.

WHITEPAPER
Come è cambiato in Italia il quadro normativo dei pagamenti digitali verso la PA?

Sulla stessa linea anche Paolo Zaccardi, CEO di Fabrick: “Banca Progetto ha colto a pieno i vantaggi che l’Open Banking porta in termini di ampliamento dell’offerta. La partnership le permetterà di portare sul mercato una soluzione di finanziamento istantaneo e così rispondere all’esigenza, particolarmente sentita nell’attuale contesto economico, di accedere al credito in tempi rapidi con particolare attenzione alla user experience del cliente finale. Siamo particolarmente entusiasti di questa collaborazione perché testimonia la validità dell’ecosistema proposto da Fabrick: da un lato la capacità della nostra piattaforma, attraverso cui sarà implementato il servizio, dall’altro le importanti sinergie che nascono all’interno della nostra community Fintech District di cui Faire fa parte e attraverso il quale abbiamo iniziato a collaborare con loro”.

FacebookTwitterLinkedIn