FacebookTwitterLinkedIn

Fujitsu, ecco l’intelligenza artificiale che fa bene al retail

Antonello Salerno

Nel 2019 l’intelligenza artificiale smetterà di essere soltanto uno slogan, ma inizierà a trovare applicazione e a mostrare i propri vantaggi in tutti i settori dell’economia, a partire dal retail, dove può essere l’ingrediente chiave per il miglioramento della customer jouney, per il contenimento dei costi operativi dei negozianti e per un’applicazione in tutti i settori che interessano i commercianti al dettaglio, dalla prevenzione delle frodi all’innovazione dei sistemi di pagamento, con il risultato finale di aumentare le vendite e i ricavi. A dimostrarlo è Fujitsu che ha portato nel proprio stand al Retail’s Big Show di New York un’ampia gamma di soluzioni che hanno a che fare con l’intelligenza artificiale applicata al commercio al dettaglio, che si tratti di supermercati o di negozi di abbigliamento. Uno degli effetti principali dell’utilizzo delle soluzioni innovative presentate d Fujitsu  è la riduzione del gap tra l’esperienza dell’acquisto online e quella nei negozi fisici, ottimizzando l’esperienza multicanale.

“L’AI oggi può trasformare realmente l’esperienza all’interno del punto vendita, portando vantaggi sia per gli acquirenti sia per i retailer – sottolinea Bruno Sirletti, vice president e Head of retail & hospitality di Fujitsu Emeia All’edizione del Nrf di quest’anno stiamo presentando tecnologie emergenti che i retailer possono implementare sin da ora per creare esperienze in-store più piacevoli per i consumatori e ridurre i costi. Gli ambiti di applicazione sono molteplici: tra questi, la possibilità di limitare le frodi alle casse automatiche dei supermercati o migliorare l’esperienza dei camerini di prova”.

Più nel dettaglio, per aumentare l’efficienza nei punti vendita Fujitsu presenta a New York il proprio sistema di prevenzione delle frodi alle casse self service, che prevede la presenza di telecamere alle casse già esistenti: grazie al machine learning e all’intelligenza artificiale verrà effettuato un controllo incrociato tra il codice a barre passato sullo scanner e l’aspetto del prodotto, rendendo impossibile l’uso del codice a barre di un articolo a basso prezzo su prodotti di maggior valore aventi un peso simile.

A migliorare l’esperienza dei clienti all’interno dei punti vendita e di conseguenza l’efficienza del punto vendita possono contribuire in maniera determinante anche  i camerini di prova smart, che possono favorire una maggiore conversione rate nei negozi, ad esempio aiutando i clienti a ottenere più informazioni sui capi di loro interesse senza dover uscire dal camerino.

Tra le innovazioni proposte da Fujitsu c’è inoltre una soluzione per il conteggio automatico in-store del contante, che aiuta a ridurre i margini di errore e la necessità per il personale di maneggiare il contante.

Tra le particolarità dell’offerta della casa giapponese c’è anche il fatto che molte soluzioni vengono proposte anche attraverso un modello di servizi gestiti comprensivo di installazione, amministrazione, manutenzione e supporto, anche in modalità pay-as-you-go e cloud as-a-service.

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi