Una “carta ibrida” fisica e digitale per semplificare gli ePayment

La soluzione di Minsait Payments conta sulla versatilità dello strumento "carta prepagata" e permette di utilizzare questo strumento di pagamento elettronico anche per la canalizzazione degli aiuti finanziari. [...]
  1. Home
  2. Payment Innovation
  3. Una “carta ibrida” fisica e digitale per semplificare gli ePayment

Una soluzione che combina l’uso delle carte prepagate virtuali e quelle digitali, eliminando la necessità di recarsi presso le filiali bancarie per ritirare il denaro e fornendo un’alternativa all’uso del contante nei negozi. Questo il progetto messo a punto da Minsait Payments, divisione specializzata in servizi di pagamento di Minsait, società di Indra, per rendere più semplici e sicuri i pagamenti e la fornitura, vista anche la situazione di pandemia causata da COVID-19.

Più nel dettaglio, la soluzione di Minsait Payments si basa su un processo completamente digitale, così da ridurre il rischio di infezione dal virus e permettere ai destinatari di iscriversi facilmente e in pochi minuti dai loro telefoni cellulari per avere accesso immediato alle prestazioni. Dopo l’iscrizione, gli utenti possono accedere ai servizi ed effettuare pagamenti contactless nei negozi fisici tramite NFC e QR code o con carta virtuale prepagata su Internet. La soluzione permette anche l’invio di denaro tra le persone utilizzando il numero di telefono o l’e-mail. L’obiettivo, è quello di eliminare la dipendenza dal contante, che è un mezzo di pagamento non raccomandato dall’OMS e di promuovere iniziative legate ai pagamenti elettronici..

La versatilità della carta prepagata fa di questo strumento di pagamento elettronico quello più appropriato per la canalizzazione degli aiuti finanziari. La soluzione di Minsait Payments facilita la rapida distribuzione e l’utilizzo degli aiuti sociali in condizioni di maggiore sicurezza e consente un migliore controllo dei consumi garantendo, in alcuni casi, che l’assistenza sia effettivamente utilizzata per lo scopo per cui è stata concessa.

A questa nuova proposta di digitalizzazione dei mezzi di pagamento e alla sua rapida attuazione nell’attuale contesto di urgenza si aggiunge l’emissione di carte prepagate fisiche per i casi di persone che non dispongono di conti bancari né di un telefono cellulare.

“La canalizzazione rapida degli aiuti attraverso le carte prepagate ci permette di affrontare scenari caratterizzati da un forte rallentamento economico, come quello attuale, che richiede una stretta collaborazione tra enti finanziari, istituzioni ed enti pubblici, oltre che con i “processor” tecnologici che hanno questa tecnologia già sviluppata e integrata nelle loro soluzioni per l’implementazione in tempi record”, spiega Davide Celli, responsabile di Banca di Minsait in Italia.

FacebookTwitterLinkedIn