Addio al Pos: Ingenico e Nexi sperimentano il “Pin-on mobile” - Pagamenti Digitali
FacebookTwitterLinkedIn

Addio al Pos: Ingenico e Nexi sperimentano il “Pin-on mobile”

Antonello Salerno

Una soluzione innovativa che promuova i pagamenti elettronici tramite smartphone e che sia conforme allo standard Pci e alle raccomandazioni dei circuiti di carte di credito. In vista dell’arrivo di questa novità, per valutare il grado di accettazione del sistema sia lato merchant sia lato utente, Ingenico Group e Nexi hanno avviato la fase di test del “Pin-on-mobile”, con il progetto pilota su mille esercenti che sarà avviato entro settembre.

La multinazionale dei pagamenti elettronici e la società italiana specializzata nei servizi di pagamento digitali hanno progettato la soluzione rivolgendosi principalmente alle esigenze dei micro-merchant: il Pin-on-Mobile (PoM) – spiegano in una nota – consente la gestione sicura dei pagamenti su un qualsiasi dispositivo mobile di mercato. “Con la nuova soluzione Pin-on-Mobile – si legge in un comunicato – è possibile digitare il Pin della carta direttamente sullo schermo del dispositivo del merchant (smartphone o tablet), anche se questo non è certificato PCI-PTS, e le transazioni autorizzate con questo metodo sono considerate come ‘card present’”. Originariamente il concetto “Pin-on-Mobile” è stato sviluppato con MyPinPad, partner tecnologico Ingenico, ed è stato approvato dagli schemi delle principali carte di credito come Visa e Mastercard.

Questa nuova soluzione di pagamento nasce per sfruttare la crescente diffusione dei dispositivi mobili per promuovere l’accettazione dei pagamenti con carta anche nel caso dei piccoli negozianti, ancora molto legati ai contanti, aiutando così le Banche e gli Acquirers a progettare nuovi modelli di business. La soluzione è inoltre uindicata anche per le piccole e medie imprese che cercano soluzioni di backup in aggiunta ai terminali di pagamento già esistenti, o alle aziende in segmenti verticali con un business caratterizzato dalla mobilità e da transazioni di basso ammontare, come i trasporti pubblici, la logistica o i servizi postali.

“Siamo orgogliosi di essere i primi ad introdurre la soluzione Pin-on-Mobile sul mercato – sottolinea Luciano Cavazzana, Evp Emea & global sales, banks & acquirers business unit di Ingenico Group – Il progetto pilota sarà principalmente rivolto ai micro-merchants, che attualmente fanno ancora affidamento sul contante, elaborano un volume ridotto di transazioni e sono disposti ad accettare il pagamento con carta. Questa soluzione permette loro di poter accettare pagamenti con un basso investimento iniziale e utilizzando una tecnologia familiare ai consumatori. Essendo una soluzione “pay-per-use”, non vi è alcun impegno a lungo termine e l’accesso al servizio è molto semplice. Gli oltre 1000 esercenti coinvolti nel pilota sono la dimostrazione del nostro impegno in questa tecnologia: si tratta di un lancio importante sul mercato italiano realizzato insieme a Nexi, il più grande fornitore di servizi di pagamento in Italia.”

Nexi è costantemente alla ricerca di evoluzioni tecnologiche che permettano di offrire alle nostre banche partner soluzioni innovative e di immediata efficacia – aggiunge Enrico Trovati, merchant services director di Nexi – La soluzione Pin-on-Mobile ci consentirà di ampliare la nostra offerta e di avere una soluzione ancora più smart per il segmento dei professionisti che è caratterizzato da elevata mobilità e forte predisposizione all’utilizzo di servizi tramite smartphone. Siamo lieti di essere il primo operatore worldwide ad effettuare un pilota Pin-on-Mobile su tecnologia Ingenico, a conferma della consolidata partnership fra le aziende”.

La nuova soluzione, spiegano i promotori in una nota, avrà un periodo di prova di circa 6 mesi e il pilota includerà oltre 1000 lettori sicuri per leggere le carte bancarie Emv e contactless, un’applicazione dedicata per la digitazione Pin (Mpea) sul dispositivo mobile del merchant, un servizio di back-end sicuro che analizza e verifica che il dispositivo del merchant sia sicuro e protetto prima dell’inserimento manuale del Pin, l’App con brand Nexi dedicata all’esecuzione del servizio di pagamento.

 

Giornalista dal 2000, dopo la laurea in Filologia italiana e il biennio 1998-2000 all’Ifg di Urbino. Ho iniziato a Italia Radio (gruppo Espresso-La Repubblica). Poi a ilNuovo.it, tra i primi quotidiani online nati in Italia, e a seguire da caposervizio in un’agenzia di stampa romana. Dopo 10 anni da ufficio stampa istituzionale sono tornato a scrivere, prima su CorCom, nel 2013, e poi anche per le altre testate del gruppo Digital360. Mi muovo su tutti i campi dell’economia digitale, con un occhio di riguardo per cybersecurity, copyright-pirateria online e industria 4.0.

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi