FacebookTwitterLinkedIn

Swift abilita la connettività dei clienti su cloud pubblico

Claudia Costa

Per accogliere la tendenza generale adottata da banche, società e fintech per ridurre i costi, migliorare l’agilità e la resilienza e semplificare gli oneri di sicurezza e conformità, Swift amplia le opzioni per i clienti che si orientano al cloud e annuncia sia l’iniziativa per facilitare la migrazione verso i grandi fornitori di cloud pubblico come Microsoft e Google Cloud (Cloud Connect) sia la piattaforma di cloud privata della società cooperativa di prossima generazione (Alliance Cloud).

Swift prevede di avviare le prove di Cloud Connect con i clienti entro la fine dell’anno e di renderlo disponibile alla comunità nella seconda metà del 2020. Contestualmente Alliance Cloud sarà lanciato in modo graduale a partire dal secondo trimestre 2020.

“Il cloud computing è un fattore chiave per un futuro più veloce e senza attriti e un potente catalizzatore per nuovi servizi innovativi. La nostra comunità ne coglie il potenziale e lo supporta con opzioni di connettività adeguate ai diversi approcci ed esigenze. Questi nuovi sviluppi evidenziano tale impegno, sottolineando la nostra attenzione alla sicurezza e alla resilienza mentre continuiamo ad adattarci a un mercato in evoluzione” ha affermato Craig Young, Chief Information Officer, di SWIFT ha detto.

Il cloud per abilitare la connettività di banche, società e fintech

Sulla scia delle attività iniziate lo scorso anno, Swift procede con l’implementazione di un prototipo di connessione Swift su Microsoft Azure, che consente alla società di sviluppare architetture di rete e modelli di automazione per i clienti per facilitare l’implementazione su piattaforme cloud pubbliche “iper-scalabili” come Microsoft Azure e Google Cloud. Cloud Connect fornirà un metodo resiliente e sicuro per connettersi alla rete Swift soddisfando la richiesta dello stesso livello di affidabilità e sicurezza garantito dalle installazioni locali da parte delle grandi banche, aziende e fintech.

Alliance Cloud di Swift fornirà invece una valida opzione alle entità di ogni dimensione che desiderano far transitare le loro operazioni di messaggistica su infrastrutture gestite dalla società. La soluzione si adegua velocemente alle esigenze di cambiamento dei clienti, integrando facilmente gpi, soluzioni di sanctions screening e altri servizi. Disponibile 24 ore su 24, garantirà il massimo livello di sicurezza e ridurrà i costi operativi totali dei clienti.

 

Immagine fornita da Shutterstock.

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi