previsioni

Qonto, le tendenze nel Fintech per il 2024



Indirizzo copiato

L’azienda prevede che si accentuerà la convergenza fra tecnologia e servizi finanziari, oltre a un’ondata di operazioni di fusione e acquisizione fra player. Ecco i trend di settore

Pubblicato il 16 gen 2024



Le sei tendenze Fintech per il 2024

Secondo Qonto, sono sei le tendenze in ambito Fintech nel 2024 che ridelineano il modo di gestire le finanze in famiglia e in azienda. Ecco come.

Le prospettive del settore Fintech nel 2024

Qonto prevede che sarà sempre più pronunciata la convergenza fra tecnologia e servizi finanziari. Inoltre la dinamicità del settore, unita all’alto numero di aziende nel settore, provocherà un’ondata di operazioni di fusione e acquisizione fra player Fintech. Ecco le prospettive del settore nel 2024.

I sei trend

Secondo l’azienda europea di business finance management, sono sei le principali tendenze nel campo del Fintech per il 2024: consolidamento del settore, intelligenza artificiale, pagamenti biometrici, Buy Now Pay Later (Bnpl) B2B, Open banking e criteri ESG.

L’emergere di numerosi player ha rafforzato la concorrenza. Ma il contesto economico difficile ora accentua il consolidamento, anche se il boom fintech non volge affatto al tramonto. Infatti la digitalizzazione delle Pmi alza la domanda di soluzioni Fintech nel 2024.

L’impatto dell’intelligenza artificiale sul Fintech aumenterà nel prossimo futuro. Algoritmi avanzati, machine learning e analisi predittive permettono di personalizzare i servizi finanziari. L’AI permetterà di anticipare i bisogni, migliorando la gestione del rischio e aumentando l’efficienza. Oltre 3/4 delle Pmi esprime ottimismo verso l’adozione di IA, Fintech e IoT.

I pagamenti biometrici, inoltre, rinnoveranno l’esperienza delle transazioni finanziarie, alzando i livelli di sicurezza e comodità. L’obiettivo è quello di facilitare il processo di pagamento, rafforzando la sicurezza delle transazioni, in un’era senza password vulnerabili a frodi.

Il Buy Now Pay Later (Bnpl) è un mercato passato da 23,22 miliardi di dollari nel 2022 a quota 30,38 miliardi di dollari nel 2023, destinato a raggiungere 122,19 miliardi di dollari entro il 2030 (+22%). A imprenditori e PMI la collaborazione tra fornitori BNPL e piattaforme di eCommerce offre il vantaggio di un aumento delle vendite.

Il progresso dell’Open banking si accompagna alla sfida della gestione sicura dei dati e l’esigenza di normative più specifiche. In questo contesto, il 2024 vedrà una crescente collaborazione tra istituzioni finanziarie, Fintech e regolatori per lo sviluppo di standard e protocolli in grado di bilanciare l’innovazione con la sicurezza.

L’attenzione verso la sostenibilità, infine, è una priorità e spinge anche le aziende Fintech a prendere in esame non solo i rendimenti finanziari, ma anche i criteri Ambientali, Sociali e di Governance (ESG).

Qonto ha infatti già presentato la propria Impact Strategy, per ridurre l’impronta di carbonio e creare un ambiente di lavoro sempre più inclusivo.

Articoli correlati

Articolo 1 di 5