previsioni

L’evoluzione dell’eCommerce secondo SAP: 14 tendenze chiave del 2024



Indirizzo copiato

Nonostante il ritorno dello shopping fisico, quello online non mostra segni di rallentamento e supererà la soglia degli 8 trilioni di dollari entro il 2026. I commercianti digitali dovranno creare e personalizzare nuove esperienze clienti. Ecco come potranno emergere in un mercato sempre più competitivo

Pubblicato il 6 feb 2024



Le previsioni di Sap: le 14 tendenze eCommerce nel 2024

Nel 2024, il ritorno in forza dello shopping fisico non pregiudica il commercio elettronico che infatti continua a fiorire senza sosta. Ecco le previsioni di Sap sulle tendenze eCommerce nel 2024.

Le previsioni di Sap: le 14 tendenze eCommerce nel 2024

Sap prevede che le transazioni online al dettaglio su scala globale passeranno da un valore di circa 6 trilioni di dollari a superare lievemente la soglia degli 8 trilioni di dollari entro il 2026.

Il rapido incremento si accompagna ad una concorrenza sempre più agguerrita e per emergere, i commercianti digitali dovranno garantire esperienze clienti nuove e su misura.

SAP ha identificato 14 tendenze che, nel corso del 2024, potrebbero contribuire a creare esperienze clienti uniche: un approccio omnichannel fluido; l’intelligenza artificiale (IA) sta rinnovando il settore dell’eCommerce; il social commerce nel 2024 genera un coinvolgimento massiccio; sostenibilità; conoscere a fondo il proprio cliente (un servizio clienti personalizzato è imprescindibile, è tramontata la taglia unica nell’approccio al cliente); la ricerca vocale non sarà soppiantata nel 2024; mobile-first guida il design UX; l’inflazione sta modificando le abitudini di spesa online delle persone; la ROPO (Research Online, Purchase Offline) permette di monitorare il percorso d’acquisto attraverso vari canali; AR e VR consentono un eCommerce coinvolgente.

Altre tendenze sono le attese nei confronti dell’AI, la privacy e la trasparenza come elementi chiave per i consumatori, l’essere umano come valore aggiunto, il servizio diretto al consumatore di brand e retailer.

I trend nei dettagli

Sap ha analizzato le tendenze eCommerce 2024 nel dettaglio. Il 73% dei consumatori nel retail fa acquisti tramite più canali, e i rivenditori che usano 3 o più canali aumentano l’interazione con il cliente del 251% rispetto ai retailer che si limitano a un solo canale.

“Per garantire un’esperienza unificata, i retailer devono mantenere la loro presenza su tutte le piattaforme online, compreso il proprio sito web, i social e i marketplace di terze parti”, commenta Matteo Cremaschi, Head of SAP Customer Experience Sales, SAP Italia.

Il 97,2% delle aziende investe in big data e IA. Invece il 91% ha un investimento continuo in IA che mira ad incrementare.

L’83% dei consumatori della generazione Z dichiara che il loro shopping inizia sui social media (soprattutto Instagram e TikTok). “Ci si aspetta che il social commerce raggiungerà i 2,9 trilioni di dollari entro il 2026“, conferma Matteo Cremaschi.

Circa il 40% degli utenti di Internet negli Stati Uniti usa un assistente vocale almeno una volta al mese. Il 91% dei consumatori acquista online via smartphone e nel 2024 questo comparto è destinato a detenere il 40,4% di tutte le vendite di eCommerce. L’approccio mobile-first “dovrebbe rappresentare 710 miliardi di dollari (o il 10,4% di tutte le transazioni commerciali) entro il 2025“, sottolinea Matteo Cremaschi.

Altre previsioni

Secondo Snap/Publicis Media, l’80% degli acquirenti si sente più sicuro dei propri acquisti quando impiega AR/VR e che il 66% delle persone che usa l’AR ha probabilità inferiori di restituire i prodotti.

“Il 24% dei consumatori ritiene che i retailer dovrebbero utilizzare l’intelligenza artificiale per formulare raccomandazioni più personali“, aggiunge Cremaschi.

Entro la fine del 2024, inoltre, le normative sulla privacy copriranno il 75% della popolazione mondiale. “Oggi le persone stanno iniziando ad apprezzare ancora di più il tocco umano anche nelle esperienze digitali”, mette in guardia Matteo Cremaschi.

Il brand di ogni dimensione stanno adottando l’approccio DTC (diretto al consumatore). “Nel 2024 aspettiamoci di vedere più marchi e rivenditori ottimizzare le loro esperienze DTC nel tentativo di raccogliere più dati sui clienti e di qualità superiore che consentiranno loro di fornire il livello di personalizzazione che genera fedeltà nel tempo”, conclude Matteo Cremaschi.

Articoli correlati

Articolo 1 di 5