In Italia, +11% di acquisti online con il Fashion in vetta

I settori che guidano la crescita sono Fashion (50%), Pharma (25%) e Beauty e Wellness (10%) sia in termini di transazioni che di spesa. Coinvolte anche fasce di età più elevate con la tendenza ad acquistare più spesso, spendendo meno, durante tutto l’arco della giornata [...]
  1. Home
  2. Ecommerce
  3. In Italia, +11% di acquisti online con il Fashion in vetta

Acquistare online è ormai un’abitudine radicata presso i consumatori italiani che preferiscono sempre più fare shopping direttamente da casa in modo facile e in completa sicurezza. Una tendenza confermata anche dai dati di PAYBACK che, nei mesi di gennaio e febbraio 2021, ha visto crescere dell’11% le transazioni digitali rispetto allo scorso anno e nonostante il -82% delle transazioni legate al Travel. Fashion (+50%), Pharma (+25%) e comparto Beauty and Wellness (+10%) spingono la crescita dello shopping online in termini di spending. Ma con lo sguardo a settori in crescita presso i consumatori come il sustainable fashion

Percentuali che dimostrano l’avvicinamento ulteriore degli italiani al digitale come leva per gestire i propri acquisti, soprattutto nei primi mesi dell’anno stimolati positivamente nelle loro scelte di consumo dalla volontà dei brand di essere loro vicini, offrendo iniziative promozionali volte a sostenere gli acquisti. Inoltre, i dati testimoniano la scelta dell’acquisto online anche per categorie di prodotti che prima gli italiani preferivano acquistare in negozio, spingendo la digitalizzazione di alcuni comparti  e in particolare delle farmacie online (prodotti di parafarmacia, dispositivi medici e cosmetici) incentivati anche da prezzi migliori e promozioni.

Shopping online per tutti, si compra di più e si spende meno

Inoltre, lo shopping online assume connotati di trasversalità andando a intercettare un target più eterogeneo e di età maggiore: il 57% dei consumatori ha un’età compresa tra i 28 e i 47 anni, il 24% tra i 48 e i 57 anni, il 13% appartiene alla fascia di età over 58. Questo conferma il trend secondo cui l’ecommerce si sta trasformando da fenomeno di nicchia a fenomeno di massa, diventando una necessità anche per fasce di popolazione meno orientate a comportamenti di acquisto digitale.

Dall’analisi emerge inoltre come nella prima parte del 2021 i consumatori spendono di meno ma comprano più spesso, la frequenza media di acquisto è aumentata del 10% a fronte di una diminuzione dello speso del 22%, una tendenza iniziata durante il lockdown e mantenutasi costante. I consumatori acquistano più spesso e sono attivi nell’arco di tutta la giornata: gli acquisti sono distribuiti in modo uniforme tra le ore 11 e 23 e, a differenza di quanto avveniva negli anni precedenti, il volume degli acquisti non diminuisce dopo le ore 20 ma si mantiene alto anche in fascia serale e nel weekend.

PAYBACK e il suo programma fedeltà multi-partner 

NEWSLETTER
Cashbak, Open Banking e molto altro. Non perdere le notizie della Newsletter di Pagamenti Digitali
Dematerializzazione
Pagamenti Digitali

PAYBACK, società del Gruppo American Express, è una piattaforma di marketing multipartner che coinvolge in Italia marchi leader nei principali settori del largo consumo e dei servizi American Express, BNL, Bricofer, Carrefour, Esso, Mondadori Store, GrandVision, e oltre 250 online. Ai consumatori l’opportunità di accumulare punti, grazie a un’unica carta fedeltà, con le spese di tutti i giorni, anche online, e con le accelerazioni di valore legate alle offerte personalizzate, trasformando il valore accumulato in premi o sconti sugli acquisti effettuati presso i principali Partner del Programma. Per le aziende partner, PAYBACK rappresenta la possibilità di usufruire di una delle più innovative piattaforme di marketing che combina l’analisi dei comportamenti di consumo dei propri clienti e dei clienti prospect presso tutto il network di Partner con l’opportunità di contattare milioni di clienti e di proporre offerte personalizzate sulla base dei comportamenti del singolo consumatore.

 

 

Immagine fornita da Shutterstock.

FacebookTwitterLinkedIn