Commercio elettronico

Digital marketing: come far emergere il proprio e-commerce nel periodo dei saldi

Gli obiettivi richiesti maggiormente dagli e-commerce che vogliono strutturare un progetto di advertising dedicato e performante in vista del periodo sono: customer care, database building, processo di fidelizzazione [...]
Giovanni Bennato

CEO di Aimage Srl

I paccomat rinnovano le consegne dell’ultimo miglio: il 62,5% preferirebbe scegliere il delivery in un punto di ritiro
  1. Home
  2. Ecommerce
  3. Digital marketing: come far emergere il proprio e-commerce nel periodo dei saldi

Investire nel marketing digitale, specialmente in occasione dei saldi, è un’ottima strategia che spesso porta a un ritorno notevole in termini di profitto. Attraverso una campagna studiata ad hoc, si possono ottenere, infatti, indici di performance molto buoni con un aumento di richieste di circa il 30% rispetto al resto dell’anno. È quanto riporta l’osservatorio di Aimage, startup torinese con focus sull’AI che propone soluzioni e servizi nel campo del digital marketing. L’azienda sostiene come specifici settori quali il food, l’elettronica e quello degli articoli da regalo kids, possano beneficiare di risultati particolarmente performanti in questo periodo dell’anno.

Il periodo tra Natale e la fine di febbraio coincide con il picco massimo dell’acquisto online, ma anche per le richieste delle aziende che hanno a che fare con l’indotto del momento e che attivano campagne pubblicitarie con l’obiettivo di aumentare la propria visibilità. Dall’8 dicembre si apre, infatti, un periodo molto favorevole per gli e-commerce, motivo per cui, se si parte per tempo, è possibile aumentare significativamente le vendite, estendendole anche a dopo Natale con i saldi di fine anno.

Gli obiettivi richiesti maggiormente dagli e-commerce che vogliono strutturare un progetto di advertising dedicato e performante in vista del periodo di corsa ai saldi sono:

  • Customer care
  • Database building
  • Processo di fidelizzazione

I suggerimenti per una buona campagna di marketing

I suggerimenti per attivare una campagna di digital marketing che riesca non solo ad accrescere le visite sul proprio e-commerce, ma che miri a concretizzare un acquisto, sono principalmente tre:

1. Scegliere i canali giusti

Si tratta di un consiglio sempre valido ma in un periodo come dicembre/ gennaio, in cui è essenziale sgomitare tra i tanti e-shop che vogliono ottenere visibilità, è particolarmente importante presidiare i canali corretti. Indispensabile, ad esempio, è il ricorso a Google Ads, in quanto posizionarsi in cima alle pagine di Google per intercettare tutte le ricerche che riguardano i propri prodotti messi in vendita è quanto mai auspicabile. Le campagne Google Shopping create in vista dei saldi di fine stagione – infatti – vantano un alto tasso di conversione e, inoltre, mettendo in risalto fin da subito il prezzo dei prodotti, permettono di evitare molti click inutili, che finirebbero per sprecare parte dell’investimento pubblicitario online.

L’email marketing si configura come un altro canale da utilizzare: risulta infatti molto efficace proporre ai clienti offerte o coupon associati con almeno due settimane di anticipo rispetto al periodo in questione. Spesso, durante l’anno, capita che gli iscritti a un database non leggano le email, ma in questo momento dell’anno, si verifica un cambio di rotta: gli utenti sono avveduti, hanno imparato che durante le feste potrebbero ricevere sconti e offerte dedicate tramite la posta elettronica, per cui tendono ad essere più ricettivi.

Infine, per una strategia di digital marketing di successo sono ovviamente importantissimi i social media. In questo caso specifico soprattutto il “tap shopping”, ossia l’acquisto di prodotti direttamente tramite post o annunci sponsorizzati, senza accedere all’e-commerce di riferimento. Si tratta, quindi, di un canale aggiuntivo per far concludere in tempi rapidi una transazione.

digital marketing

2. Integrare i chatbot mirando al customer care

INFOGRAFICA
Acquisto fisico oppure online? Scopri come evolve il commercio tra digital e store fisico!
Fashion
E-Commerce

Una delle chiavi per raggiungere un posizionamento migliore rispetto ai propri competitors è inserire un chatbot all’interno della propria strategia e-commerce. In questo modo aumenta l’ingaggio con gli utenti e diminuisce proporzionalmente il rischio di abbandono dei carrelli. I chatbot diventano, in questo periodo di acquisti, un valido supporto per non perdere nemmeno un lead e migliorare le vendite. I bot possono infatti supportare gli utenti durante tutte le fasi di acquisto: possono scremare le informazioni a seconda dei budget a disposizione, dei gusti di una persona, dell’età e molto altro. Durante la navigazione, possono suggerire oggetti simili a quelli ricercati e invitare a compiere un’azione sul sito per ottenere dei vantaggi. Rappresentano un modo eccellente per assicurarsi che il customer journey proceda senza intoppi.

Un chatbot è di fatto un assistente virtuale sempre al fianco degli utenti fornendogli assistenza h24. Sarà dunque utile in orari non lavorativi, in assenza di operatori disponibili o ancora impostandolo in base alle domande più frequenti poste dai clienti. Mai come nel periodo di massimo utilizzo dei servizi di acquisto online, è fondamentale che le aziende puntino ad avere un customer care impeccabile.

Le festività, e in generale i momenti in cui le persone cadono più facilmente nell’acquisto d’impulso, sono periodi nei quali la componente emotiva ha un ruolo fondamentale: il cliente, quindi, non deve mai sentirsi abbandonato. Per questo motivo, è sicuramente utile integrare nella propria strategia e-commerce anche un’attività di contact center, fondamentale per una buona assistenza al cliente. Questo perché è uno strumento immediato e stabilisce un rapporto diretto – e umano – tra cliente e azienda.

Il customer care è l’insieme di tutti i servizi forniti al cliente prima, durante e dopo l’acquisto di un prodotto. L’assistenza è riferita a qualsiasi esigenza del cliente: dalla richiesta di informazioni a quella di chiarimenti ma anche ai reclami post-vendita. Formare il personale a rispondere e gestire le chiamate in modo professionale è un processo costoso, sia economicamente che in termini di tempo, il chatbot – autonomo e operativo 24h/24h rappresenta una valida alternativa.

3. Guardare oltre le vendite del momento

Le strategie di advertising pensate per essere di supporto alla vendita nel periodo dei saldi devono essere in grado di guardare oltre, diventando – più in generale – strategie di fidelizzazione della customer base. In questo modo, il periodo dei saldi invernali rappresenterà soltanto un trampolino di lancio per mettere in luce i propri punti di forza e offrire all’utenza un servizio all’altezza in ogni periodo dell’anno. Una strategia solida dà i suoi frutti sul lungo periodo, portando, nel tempo, all’acquisizione di nuovi clienti.

In un mercato sempre più competitivo, la customer experience è ciò che fa davvero la differenza nel digital marketing. Per questo è essenziale rimanere sempre al passo con i trend attuali, gestendo i giusti canali online e usufruendo del prezioso supporto di chatbot e contact center, considerati ormai i nuovi standard di mercato. Ma non solo, è importante anche guardare ai trend futuri. Basti pensare che l’advertising dedicato agli e-commerce nel 2022 è già orientato sui contenuti con il conversational marketing dell’intelligenza artificiale.

 

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn