Qonto e BorsadelCredito.it insieme per sostenere l’accesso al credito delle piccole imprese italiane

L’accordo genererà un punto di accesso agevolato ai finanziamenti alternativi di BorsadelCredito.it per le imprese e i professionisti clienti di Qonto, e un canale privilegiato al banking online di Qonto per le PMI che si rivolgono al lending di BorsadelCredito.it [...]
  1. Home
  2. Digital banking
  3. Qonto e BorsadelCredito.it insieme per sostenere l’accesso al credito delle piccole imprese italiane

n nuovo accordo nel fintech italiano sempre più a sostegno dei bisogni delle imprese a 360 gradi. BorsadelCredito.it, il pioniere italiano del marketplace lending per le PMI, insieme a Qonto, neo-banca per le PMI e Professionisti leader in Europa, siglano un accordo per sostenere la crescita di un bacino iniziale di oltre 30.000 imprese e volto a rispondere in maniera integrata alle esigenze delle PMI in termini di accesso al credito e necessità di un sistema di banking dedicato e digitale.

Grazie a questa intesa, si rende disponibile per le aziende italiane la possibilità di usufruire di un servizio integrato che permette di rivolgersi ad una delle due realtà e automaticamente godere di un ingresso preferenziale alle soluzioni dell’altra, a costi agevolati. La collaborazione risponde ad un’esigenza reale del mercato e sempre più consistente anche in quello italiano: sono sempre di più le imprese e i professionisti che cercano una soluzione alternativa alla banca tradizionale per le proprie necessità in termini di attività finanziarie quotidiane e di accesso al credito, trovando nei servizi digitali più flessibilità, possibilità di personalizzazione e rapidità.

 

“Questa partnership rappresenta un importante passo nel percorso di Qonto perché ci permette di offrire ai nostri clienti un ulteriore servizio nell’ambito della gestione finanziaria d’impresa, a supporto del loro business. Siamo molto attenti e ricettivi rispetto alle richieste dei nostri clienti e la possibilità di ottenere dei finanziamenti si è confermata essere un’opzione importante per chi fa business. In particolare, tra i nostri clienti che vorrebbero delle feature aggiuntive, il 50% ha richiesto proprio il servizio di credito. Abbiamo scelto BorsadelCredito.it in quanto è uno dei protagonisti principali nel panorama italiano in ambito di digital lending e in quanto condividiamo i valori principali di semplicità, efficienza e trasparenza”  commenta Mariano Spalletti, Country Manager Italia di Qonto.

WHITEPAPER
Pagamenti digitali: come ottimizzare la gestione delle spese aziendali centralizzate?
Pagamenti Digitali
Digital Payment

 

 

Il Fintech prende sempre più piede in Italia

Secondo la ricerca European Digital Banking 2019 di Mastercard, il 30% degli italiani si affida a istituti che operano solo via web. Inoltre, l’Italia svetta tra i paesi europei nei quali i consumatori usano più frequentemente le soluzioni digitali bancarie, con il 59% almeno una volta ogni due settimane. Infine, secondo i quasi due terzi degli italiani (62%), sarà proprio la domanda di soluzioni finanziarie da mobile a crescere esponenzialmente nei prossimi anni in quanto semplificano e rendono più conveniente la payment experience. Gli italiani si mostrano fiduciosi e positivi verso queste nuove tecnologie per una gestione a 360° della propria routine finanziaria.

Anche la seconda edizione dell’Osservatorio realizzato da PwC in collaborazione con NetConsulting cube evidenzia una forte crescita della Fintech in Italia: nel 2018 si contano 199 fintech (+27% rispetto al 2017) con un fatturato di 266 milioni di euro (dato aggiornato al 2017). A dimostrazione di questo forte trend di sviluppo, secondo le stime di P2P lending Italia tutti i sotto-segmenti del fintech hanno segnato crescite importanti, in particolare il segmento dei prestiti alle imprese continua a dominare il mercato, segnando un nuovo record nel secondo trimestre 2019: 30 milioni di euro i nuovi prestiti, con un aumento del 133,7% rispetto al trimestre precedente e del 133,3% in confronto al secondo trimestre 2018.

FacebookTwitterLinkedIn