L'operazione tra SIA e UBIS sul processing della monetica in Italia, Austria e Germania diventa operativa - Pagamenti Digitali

L’operazione tra SIA e UBIS sul processing della monetica in Italia, Austria e Germania diventa operativa

redazione

Massimo Arrighetti, A.D. di SIAEntra nel vivo l’accordo annunciato qualche mese fa da SIA e Unicredit sulle iniziative di processing della monetica in Italia, Germania e Austria. Sarà infatti efficace dal 1 gennaio l’operazione (perfezionata venerdì 23 dicembre) di acquisizione da parte di SIA delle attività di gestione di circa 13,5 milioni di carte di pagamento e di 206 mila terminali POS e 12 mila ATM da Unicredit Business Integrated Solutions (UBIS), società del Gruppo Unicredit, per un corrispettivo di 500 milioni di euro. L’operazione prevede inoltre l’outsourcing della durata di dieci anni al Gruppo SIA della fornitura di servizi di processing nell’ambito dei pagamenti digitali delle transazioni effettuate con carte di debito, credito e prepagate, e per la gestione dei POS e degli ATM.Un passaggio importante se si considerano le evoluzioni in corso per lo sviluppo di porgetti di Smart Mobility.

«Questa acquisizione rientra nel piano strategico di SIA che ha come obiettivo prioritario il rafforzamento del nostro posizionamento competitivo a livello internazionale», commenta Massimo Arrighetti, Amministratore Delegato di SIA. «Si tratta di un’operazione che si caratterizza per un impatto sostenibile sia dal punto di vista economico – perché porterà ad una crescita dimensionale nel 2017 di oltre il 20% dei ricavi (su dati pro-forma 2015) e a maggiori economie di scala – sia sul piano sociale perché l’integrazione delle attività di Ubis e di 382 persone nel Gruppo SIA non comporterà una riduzione del personale, come spesso accade in questo tipo di operazioni».