HiPay svela i 5 trend dei pagamenti digitali

Cinque le tendenze messe a fuoco da HiPay: Commercio Unificato, PSD2 compliance, cashless society, Mobile Payment e commercio conversazionale [...]
  1. Home
  2. Payment Innovation
  3. HiPay svela i 5 trend dei pagamenti digitali

HiPay, il Gruppo Fintech europeo specializzato in pagamenti digitali, ha stilato le cinque principali tendenze in via d’affermazione nel 2020 per quanto riguarda i digital payment.

Eccole in dettaglio.

 

Trend 1: ascesa del Commercio Unificato

Il Commercio Unificato è un trend emergente che sta diventando estremamente importante soprattutto nel retail. L’omnicanalità, con la sua capacità di moltiplicare i canali di distribuzione e aumentare la conoscenza dei consumatori, sta diventando infatti sempre più centrale per tutti brand in cerca di ulteriori fonti di ricavi. Questa strategia non è, però, adottata da tutti e il motivo è semplice: l’implementazione di una soluzione di pagamento omnichannel è ancora percepita come complessa. A renderla tale sono soprattutto il prezzo, la transizione tecnologica, la formazione dei team e la necessità di proteggere i dati dei clienti. HiPay aiuta a risolvere tutte queste problematiche: il costo e l’impatto sull’infrastruttura sono, infatti, sotto controllo perché la piattaforma si adatta ai vincoli tecnici di ogni cliente e permette di integrarsi facilmente con lo scenario esistente.

 

Trend 2: PSD2 compliance

La seconda Direttiva sui Servizi di Pagamento è entrata in vigore il 14 settembre 2019, suscitando molte preoccupazioni nell’ecosistema. L’impatto della sua applicazione da parte dei player del settore dei pagamenti ha rischiato di diventare un freno difficile da rimuovere. Le autorità europee del settore hanno, però, attenuato le regole, concedendo un periodo transitorio fino al 31 dicembre 2020. Una decisione che consente all’ecosistema un’adeguamento progressivo e concede più tempo ai clienti per familiarizzare con i nuovi processi di doppia autenticazione.

 

Trend 3: verso una cashless society

Il percorso della società verso un approccio senza più monete e banconote, ossia cashless, è ormai in corso da tempo e ha interessanti prospettive di crescita. Già l’anno scorso le transazioni con carta contactless al di sotto dei 30 euro sono esplose nei negozi e lentamente si stanno affermando anche metodi di pagamento alternativi, come il Mobile Payment o l’Instant Payment. In prospettiva, l’evoluzione tecnologica permetterà di introdurre altri metodi dall’utilizzo semplice e sicuro.

 

Trend 4: Mobile Payment grazie alla PSD2

La società di consulenza Juniper Research aveva previsto a livello globale che nel 2019 2,1 miliardi di persone avrebbero usato il Mobile Payment, con un incremento del 30% rispetto al 2017. Una tendenza di crescita che si è confermata anche in Europa, dove player come Apple e Samsung hanno lanciato le loro soluzioni di Mobile Payment, cui se me sono affiancate tante altre sempre più utilizzate. La seconda Direttiva sui Servizi di Pagamento può essere una delle spiegazioni per lo sviluppo del Mobile Payment e dei suoi attori: questi metodi di pagamento sono, infatti, conformi alla PSD2 e garantiscono una user experience estremamente semplice.

 

Trend 5: verso un commercio contestuale e conversazionale

Grazie al commercio contestuale o conversazionale i consumatori possono pagare dai social network o tramite una chatbox senza dover uscire dalla piattaforma o dall’applicazione che stanno utilizzando. Ad avvicinarsi a questa modalità di pagamento sono sempre più realtà, per esempio Pinterest con i suoi Products Pins e Instagram, che offre ora la possibilità di creare negozi in cui fare acquisti senza uscire dall’applicazione. Altri brand stanno facendo la stessa scelta: Oui.sncf, una grossa realtà europea di train ticketing che alla fine del 2017 aveva aperto la sua chatbox, adesso consente di pagare il biglietto del treno direttamente attraverso questo canale. Il successo del servizio è stato impressionante.  Oggi la chatbox registra oltre 10.000 visitatori al giorno e dal suo lancio Oui.sncf ha rilevato un aumento del 12,5% delle transazioni in Europa.

FacebookTwitterLinkedIn