Garmin Pay cresce ed estende il servizio alle carte Maestro - Pagamenti Digitali
FacebookTwitterLinkedIn

Garmin Pay cresce ed estende il servizio alle carte Maestro

Antonello Salerno

Pagare con lo smartwatch, senza avere con sé né il telefonino né il portafoglio. E’ possibile grazie a Garmin Pay, il wallet digitale che il produttore di smartwatch ha creato in collaborazione con Bnl gruppo Bnp Paribas, che ora estende il proprio raggio d’azione non soltanto ai possessori di carte Mastecard, ma anche a chi è titolare di carte Maestro. 

Questa iniziativa fa parte di una strategia più generale per presidiare il mercato dei pagamenti via smartwatch, che – anche se al momento non è particolarmente diffuso – potrebbe vivere un momento di importate crescita in futuro. A testimoniarlo sono ad esempio i dati di un recente studio Mastercard, secondo cui quasi il 25% dei cittadini europei prevede di iniziare a utilizzare i pagamenti contactless con uno smartwatch.

Il lancio e la piena funzionalità di Garmin pay risale a luglio, e consente agli utenti Garmin di effettuare pagamenti contactless utilizzando i modelli Forerunner 645 e Forerunner 645 Music, vívoactive 3 e vívoactive 3 Music e sulla serie di smart sportwatch fēnix 5 Plus, nonché gli indossabili per aviatori D2 Delta.

La funzione Garmin Pay permette di effettuare pagamenti immediati, veloci e sicuri in ogni luogo, attraverso gli smart sportwatch Garmin che integrano la tecnologia Nfc (Near Field Communication): collegandosi al portale Garmin Connect/Mobile, Garmin Pay permette di registrare sull’orologio gli estremi della propria carta di credito/debito e di averla così sempre a disposizione per qualunque evenienza, senza superare il tetto massimo di spesa previsto dalla propria carta, senza commissioni bancarie.

Prima di confermare ed effettuare un pagamento dal proprio smart sportwatch viene richiesto di inserire un codice segreto, il passcode, precedentemente impostato nell’app dall’utente in fase di registrazione della carta di credito. Grazie all’accelerometro integrato dei dispositivi indossabili Garmin, ogni volta che ci si toglie l’orologio dal polso o in caso di furto, o si disattiva la funzione cardio da polso ElevateTM, la funzione si blocca automaticamente non consentendo alcuna operazione, possibile solo dopo aver inserito nuovamente lo stesso passcode. Quest’ultimo sarà inoltre richiesto di default dopo ogni mezzanotte, in modo da accertare che sia proprio il titolare della carta ad utilizzare Garmin Pay.

Giornalista dal 2000, dopo la laurea in Filologia italiana e il biennio 1998-2000 all’Ifg di Urbino. Ho iniziato a Italia Radio (gruppo Espresso-La Repubblica). Poi a ilNuovo.it, tra i primi quotidiani online nati in Italia, e a seguire da caposervizio in un’agenzia di stampa romana. Dopo 10 anni da ufficio stampa istituzionale sono tornato a scrivere, prima su CorCom, nel 2013, e poi anche per le altre testate del gruppo Digital360. Mi muovo su tutti i campi dell’economia digitale, con un occhio di riguardo per cybersecurity, copyright-pirateria online e industria 4.0.

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi