Mastercard con Gates Foundation e Wellcome contro il COVID-19

Con un finanziamento di 125 milioni di dollari, i tre partner hanno lanciato l’acceleratore terapeutico COVID-19, incaricato di coordinare gli sforzi per lo sviluppo di farmaci e far fronte all’emergenza Coronavirus [...]
  1. Home
  2. News
  3. Mastercard con Gates Foundation e Wellcome contro il COVID-19

Mastercard, Bill & Melinda Gates Foundation e Wellcome (fondazione indipendente britannica dedicata al mondo della salute) hanno lanciato il COVID-19 Therapeutics Accelerator, un acceleratore incaricato di far fronte all’emergenza COVID-19, promuovendo lo sviluppo di terapie e farmaci su larga scala. Come noto, oggi infatti non sono ancora disponibili antivirali o immunoterapie per la lotta contro questo pericoloso patogeno. La donazione della Bill & Melinda Gates Foundation e il finanziamento di Wellcome sono stati pari a 50 milioni di dollari ciascuno, mentre Mastercard, attraverso il Mastercard Impact Fund, ha contribuito alla creazione del fondo con ulteriori 25 milioni di dollari. Il finanziamento della Gates Foundation fa parte dell’impegno da 100 milioni di dollari annunciato lo scorso febbraio per far fronte al diffondersi del COVID-19.

“Se virus come il COVID-19 sono caratterizzati da una rapida diffusione, lo sviluppo di vaccini e trattamenti idonei per contrastarli non è altrettanto tempestivo. Con l’obiettivo di contrastare il diffondersi del COVID-19 rendendo il mondo un posto più sicuro, soprattutto per gli individui più vulnerabili della società, dobbiamo trovare un modo per accelerare la ricerca e lo sviluppo. Da qui nasce l’esigenza per autorità governative, imprese private e organizzazioni filantropiche di agire rapidamente per sostenere la ricerca e lo sviluppo” ha affermato Mark Suzman, Chief Executive Officer della Bill & Melinda Gates Foundation.

L’acceleratore si incaricherà di coprire l’intero processo terapeutico, dallo sviluppo dei farmaci sino alla loro produzione e fornitura. La condivisione dell’expertise, il coordinamento degli investimenti e la messa a fattor comune delle risorse agirà da acceleratore, fornendo finanziamenti rapidi e flessibili nelle fasi chiave del processo. Per identificare le migliori idee, il COVID-19 Therapeutics Accelerator adotterà un approccio basato su tre fronti: il test di farmaci approvati contro il COVID-19, lo screening delle librerie di migliaia di composti e la valutazione di nuovi mix di farmaci sperimentali e anticorpi monoclonali. I farmaci o gli anticorpi monoclonali che supereranno lo screening iniziale verranno, quindi, sviluppati da un partner del settore. Parallelamente allo sviluppo di farmaci, l’acceleratore lavorerà al fianco delle autorità regolatrici per allineare i criteri e sviluppare la capacità di produzione con l’industria.

“Questo virus è una minaccia globale senza precedenti e per la quale dobbiamo promuovere collaborazioni internazionali per sviluppare trattamenti, diagnosi rapide e vaccini. La scienza si sta muovendo a un ritmo fenomenale contro COVID-19, ma per superare questa epidemia abbiamo bisogno di maggiori investimenti, oltre a garantire il coordinamento della ricerca. Questo acceleratore terapeutico ci consentirà di individuare potenziali trattamenti contro il Coronavirus con supporto nelle fasi di ricerca, sviluppo, testing e la produzione. Sebbene il COVID-19 sia un virus estremamente impegnativo, attraverso una collaborazione a livello globale possiamo affrontarlo con successo. Dobbiamo impegnarci per rafforzare gli sforzi di fronte a COVID-19 e, nel farlo, continuare a garantire che il progresso sia accessibile e alla portata di tutti. Investire ora, su vasta scala, come parte di uno sforzo globale è di fondamentale importanza se vogliamo cambiare il corso di questa epidemia. Pertanto, chiunque voglia unirsi a noi è il benvenuto” ha dichiarato Jeremy Farrar, Director di Wellcome.

“Siamo orgogliosi di unirci a questa iniziativa per combattere la diffusione del COVID-19, un’ulteriore conferma del nostro impegno a sostegno della crescita inclusiva. Questa sfida globale non solo rappresenta un rischio per la salute e la sicurezza della comunità globale, ma rappresenta anche una potenziale perturbazione della prosperità economica di milioni di persone, aziende e organizzazioni in tutto il mondo. La nostra esperienza con l’inclusione finanziaria ci mostra l’importanza di costruire una rete di parti che mettano sul tavolo non solo il loro capitale, ma anche asset e competenze complementari. Per questo motivo, invitiamo altri partner desiderosi di promuovere la crescita inclusiva ad unirsi a noi” ha commentato Mike Froman, Vice Chairman di Mastercard.

 

FacebookTwitterLinkedIn