E-commerce, Izipizi cresce all’estero con HiPay - Pagamenti Digitali
FacebookTwitterLinkedIn

E-commerce, Izipizi cresce all’estero con HiPay

Antonello Salerno

Izipizi mira a crescere e a espandersi nell’e-commerce sui mercati internazionali. Per centrare l’obiettivo, e mettere a punto una piattaforma di pagamento globale che riesca a soddisfare le esigenze di una il più possibile ampia platea di utenti,  la società che produce occhiali originali ha siglato una partnership con HiPay, Fintech europea specializzata nei pagamenti omnichannel. 

I primi risultati dell’alleanza sono già evidenti: nell’arco di otto mesi il tasso di successo dei pagamenti è aumentato di 30 punti – si legge in una nota di HiPay, e continua a crescere in tutti i negozi online. 

La nuova piattaforma, che HiPay distribuisce in oltre 170 Paesi,  offre inoltre tutti gli strumenti utili per l’analisi delle transazioni, con la possibilità di informare i clienti la cui transazione è stata rifiutata, che riceveranno in tempo reale messaggio che spiegherà il motivo del rifiuto, riuscendo in questo modo a ridurre il numero di interruzioni della transazione.

“L’e-commerce è al centro della nostra strategia a lungo termine – afferma Quentin Couturier, direttore e-commerce e co-fondatore di Izipizi – L’integrazione di una soluzione di pagamento internazionale e affidabile è stata quindi una questione importante. Con HiPay, l’aggiunta di nuovi metodi di pagamento è così semplice e veloce che abbiamo più tempo da dedicare al nostro sviluppo e al miglioramento della soddisfazione dei nostri clienti”.

“Sostenere Izipizi nella sua crescita internazionale è molto gratificante – aggiunge Pierre Delaunay, direttore marketing di HiPay – In HiPay diamo molta importanza ad aiutare i nostri merchant nel loro sviluppo. Siamo lieti che la nostra esperienza abbia permesso a Izipizi di aprirsi a nuovi paesi offrendo i metodi di pagamento più popolari a livello locale. È sempre un piacere vedere risultati così positivi in così poco tempo”.

Giornalista dal 2000, dopo la laurea in Filologia italiana e il biennio 1998-2000 all’Ifg di Urbino. Ho iniziato a Italia Radio (gruppo Espresso-La Repubblica). Poi a ilNuovo.it, tra i primi quotidiani online nati in Italia, e a seguire da caposervizio in un’agenzia di stampa romana. Dopo 10 anni da ufficio stampa istituzionale sono tornato a scrivere, prima su CorCom, nel 2013, e poi anche per le altre testate del gruppo Digital360. Mi muovo su tutti i campi dell’economia digitale, con un occhio di riguardo per cybersecurity, copyright-pirateria online e industria 4.0.

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi