User experience e sicurezza: Banca Progetto si allea con Aws

L’istituto di credito specializzato in servizi per le Pmi e i privati si affida al cloud di Amazon Web Services. Ok da Banca d’Italia per l’esternalizzazione dell’infrastruttura tecnologica [...]
  1. Home
  2. Digital banking
  3. User experience e sicurezza: Banca Progetto si allea con Aws

Cloud iot aiIl fornitore unico di servizi cloud di Banca Progetto, istituto di credito specializzato nei  servizi per le piccole e medie imprese e i privati, sarà Amazon Web Services. A renderlo possibile è stato il nulla osta arrivato da Banca D’Italia, che ha così concesso per la prima volta l’autorizzazione a una banca per esternalizzare l’intera infrastruttura tecnologica. 

Obiettivo del progetto messo in cantiere da Banca Progetto è di migliorare l’efficienza delle operazioni e la sicurezza, accelerando il processo di innovazione e “trasformando” all’insegna del digitale l’esperienza bancaria dei propri clienti. La scelta di Banca Progetto arriva dopo un percorso avvicinamento che aveva portato l’azienda a utilizzare diversi servizi di Amazon Web Services come ad esempio l’analisi dei dati e il machine learning per automatizzare le operazioni finanziarie e migliorare le applicazioni web e mobile rivolte ai clienti.

Banca Progetto – si legge in una nota – ha scelto Aws sia per il suo ampio portafoglio di servizi cloud, sia per la sua comprovata eccellenza operativa e per gli elevati standard di sicurezza e conformità alle organizzazioni finanziarie di tutte le dimensioni, con l’obiettivo di costruire un’esperienza bancaria personalizzata sulle esigenze dei propri clienti. 

Tra si servizi di machine learning avanzato che Banca progetto sta utilizzando ci sono Amazon Rekognition, che permette di aggiungere facilmente l’analisi di immagini e video alle applicazioni, e Amazon SageMaker, pensato per costruire, formare e implementare modelli di ML, e migliorare i processi di customer-facing. 

WHITEPAPER
CX: perchè l'intelligenza emotiva è importante per fidelizzare i clienti?
Marketing
Inbound

“Utilizzando questi servizi per “Conto Progetto“, il conto deposito di Banca Progetto attivo in Italia, Germania e prossimamente in Olanda e Spagna, la banca ha ridotto il tempo necessario ad aprire un nuovo conto da due settimane a soli quindici minuti – specifica il comunicato – Inoltre, Banca Progetto ha già migrato diverse componenti infrastrutturali mission-critical, tra cui il backend delle app mobile e le applicazioni di customer onboarding, al di fuori dei database legacy e su Amazon Aurora, aumentando la capacità e consentendo una più rapida elaborazione delle richieste dei clienti, sostenendo al contempo la crescita del business della banca”.

“La nostra vision è quella di essere riconosciuti come leader di mercato nell’erogazione di servizi finanziari per le piccole e medie imprese italiane e per questo abbiamo scelto di collaborare con la più importante società tecnologica del mondo – afferma Paolo Fiorentino, amministratore delegato di Banca Progetto – Siamo consapevoli della necessità di adottare un approccio cloud-first al nostro business se vogliamo davvero innovare. Ora, grazie alla tecnologia Aws come base della nostra innovazione, possiamo soddisfare meglio le esigenze in costante evoluzione dei nostri clienti. Aws, con i suoi elevati livelli di sicurezza, unita all’attenzione per la clientela di Banca Progetto, ci permetterà di costruire i servizi finanziari del futuro in Italia”.

“Siamo entusiasti di lavorare al fianco di Banca Progetto nella costruzione della banca del futuro su Aws – aggiunge Carlo Giorgi, country manager di AWS Italia Aws sta trasformando l’industria dei servizi finanziari per supportare le aziende in cerca di nuovi modi per migliorare la user experience e potenziare l’operatività aziendale sul cloud in modo efficiente ed efficace. Banca Progetto è un grande esempio pionieristico nel settore dei servizi finanziari, affidandosi ad Aws per innovare in modo più rapido, mantenere l’eccellenza operativa e fornire ai clienti i servizi bancari più sicuri in Italia”.

FacebookTwitterLinkedIn