Ultim'ora

Pagamenti digitali fuori uso venerdì 15 aprile in varie parti d’Italia

  1. Home
  2. Carte
  3. Pagamenti digitali fuori uso venerdì 15 aprile in varie parti d’Italia

Pagamenti digitali fuori uso nella mattina di venerdì 15 aprile.

Venerdì 15 aprile, in mattinata, le carte di pagamento Unicredit, Bancomat, Visa e Mastercard hanno fatto registrare forti problemi di funzionamento su tutto il territorio italiano.

Sono stati segnalati problemi anche per le carte di Intesa Sanpaolo, Poste Italiane, BNL.

La notizia è stata riportata da vari organi di informazione, tra cui La Stampa e Repubblica.

I disagi hanno riguardato le operazioni di pagamento con gli strumenti digitali, in particolare i POS. Il blocco sarebbe stato causato da un problema tecnico ai servizi autorizzati.

Secondo le notizie circolanti nelle chat di Telegram, nei supermercati si può pagare solo in contanti, così pure presso i distributori di carburante.

Risultano regolarmente funzionanti, invece, le reti bancarie per il prelievo di contanti presso gli ATM e i pagamenti online.

REPORT
Indagine sui Corporate Payment: scopri andamento e novità in un report aggiornato
Amministrazione/Finanza/Controllo
Pagamenti Digitali

Fonti interne ad alcune banche confermano “problemi generalizzati in fase di prelevamento e pagamenti”. Il malfunzionamento potrebbe essere riferito alla piattaforma Nexi, che si occupa delle transazioni digitali per i pagamenti.

Le autorità di controllo stanno indagando per comprendere le cause del forte disservizio.

Aggiornamento: 

Il servizio è tornato alla normalità

Nexi, principale operatore di servizi di pagamento elettronico, interpellato dalla nostra redazione fa sapere che “i disservizi che si sono verificati tra le 11.45 e le 12.15 in varie zone d’Italia per quanto riguarda i pagamenti con carte e bancomat che passano attraverso i circuiti gestiti da Nexi sono stati risolti e i servizi sono stati ripristinati. Il problema sarebbe da riferire ai servizi forniti da una azienda partner, la IBM. Si esclude un attacco hacker”.

Pagamenti Digitali continuerà a seguire gli sviluppi di questo disservizio nei prossimi giorni.

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn